Uno strano cinema by Serendipity [Vietato ai minori]




Uno strano cinema di Serendipity New!

Ieri sera mi ha telefonato Luisa e mi ha proposto di andare a cinema.
“Ci sto, cosa andiamo a vedere?”
“Sorpresa!”
“Daiiiii!”
“Fatti bella, ci vediamo alle nove”
La odio quando fa così. Rispondimi! Comunque, mi feci bella, come suggeritomi: calze a rete, tacchi a spillo, top e mini. Se ci fosse stato qualche ragazzo figo nel cinema volevo essere sicura di aggiudicarmelo io.
Luisa passò puntuale.
“Sali, sbrigati, dobbiamo fare un po’ di strada!”
“E perchè? Sta dietro l’angolo!”
“No, fidati, andiamo in un altro cinema…”
“Ok, come vuoi”
Non ci badai molto, quella stronza continuava a non volermi dire il nome del film. Sembra una cosa di poco conto ma io lo odio!
Attraverso i finestrini vidi il centro città trasformarsi in periferia. Infine, ci parcheggiammo in un vicolo dall’aria poco rassicurante.
“Ma dove siamo?”
“Vicine, vicine”
“Allo stupro! Siamo da sole in una zona della città che neanche ho mai visto”
“Fidati di me…”
Mi fece l’occhiolino.
Lei era vestita più o meno come me, ma aveva una t-shirt al posto del top. Mi dispiace, un punto in più per me.
Camminammo un po’, mi invitò a seguirla giù per una rampa di scale e finalmente ci trovammo di fronte ad un portone in legno massiccio. La zona era scarsamente illuminata e, a dirla tutta, un po’ inquietante.
“Offro io”, disse.
Pagò i due biglietti ed entrammo, ma qualcosa non mi tornava. Non c’erano locandine, non c’era fila. Sembrava un posto piuttosto squallido.
Entrammo in sala, dove l’odore non era dei migliori, e prendemmo posto in una delle file centrali. Proprio davanti a noi erano seduti due uomini. Il resto era deserto.
“Ma in che posto di merda mi hai portato?”
“Fidati, ci divertiremo”
In quel momento le luci si abbassarono. Niente titolo, il film iniziò senza alcun preambolo.
Sullo schermo una ragazza bionda, dal seno inequivocabilmente rifatto, guidava una macchina sportiva. Lei impreca, scende, ma niente da fare, non sa come fare.
Un automobilista gentile si ferma, apre il cofano e finge di spostare qualche filo. Miracolosamente la macchina si riaccende.
Sembrava decisamente la trama di un film porno. Tutto tornava, lo squallore, le locandine mancanti, l’odore, i due uomini soli insieme a noi. Non ebbi finito di formulare il pensiero che la bionda già ringraziava l’automobilista, con un pompino di tutto rispetto. La routine era un po’ classica, per la verità, pompino, figa, culo, venuta sulla faccia, ma la situazione era intrigante. Probabilmente il condividere con sconosciuti quel momento, il condividerlo con Luisa, o forse entrambi. A un certo punto le braccia dei due uomini davanti iniziarono a compiere l’inequivocabile movimento di una sega. In pubblico, senza vergogna, anche se il pubblico in realtà eravamo soltanto noi. Questo mi fece bagnare all’istante, e anche Luisa, visto che la vidi con la coda dell’occhio carezzarsi le mutandine sotto la gonna. Nel frattempo la trama del film era in evoluzione: la bionda era una segretaria, e per il contrattempo sarebbe stata punita dall’intero ufficio a colpi di cazzi. Una gangbang coi fiocchi.
La sega davanti continuava, e io non scopavo ormai da un po’. Strani pensieri mi attraversarono la mente. Infine, cercai l’approccio.
Non poteva andar male, rischiavo al massimo una brutta figura… In un cinema porno, davanti a due sconosciuti a cazzo in mano.
Luisa andò a prendere da bere. Io approfittai per alzarmi e raggiungere la fila davanti. I due uomini sembrarono non accorgersi neanche della mia presenza. O forse facevano finta, dando sfogo al loro esibizionismo.
Tentai il tutto per tutto.
Mi inginocchiai davanti a loro e presi in mano i loro cazzi. L’uomo alla mia destra era ben fornito, l’altro nella media. Li masturbai contemporaneamente. La loro faccia tradiva la segreta speranza che avevano nutrito durante tutto il film: che io fossi la loro bionda automobilista, la loro segretaria da punire. La sega diventò in breve un pompino. Ne succhiavo uno e mi strusciavo l’altro sulla faccia o sui capezzoli. A giudicare da quanto erano duri li stavo facendo impazzire.
Nel frattempo Luisa era tornata dal bar. Non trovandomi seduta nella mia fila, aveva raggiunto i due uomini per chiedere se per caso mi avessero vista. Rimase di sasso, riuscivo a vedere il rossore sul suo viso anche nella penombra del cinema. Non si unì a noi. Tornò nella fila posteriore e si mise di nuovo a guardare il film.
Comunque, avevo sbocchinato a sufficienza, era ora della mia ricompensa. Mi sedetti sul cazzo alla mia sinistra e invitai l’altro a incularmi. Lo gridai, facendo in modo che Luisa mi sentisse.
A questo punto io potevo fissare Luisa negli occhi con due cazzi che mi scopavano contemporaneamente. Eccitante oltre ogni limite. E io sarei pronta a giurare che il ditalino che Luisa si stava facendo era tutto per me e i miei due stalloni.
Mi spinsi ancora oltre.
“Luisa…”
“Che c’è”
“Spogliati.”
“Che?”
“Voglio leccartela, cazzo!”
“Ma sei scema?”
“Ho detto che voglio leccartela! Mi ci hai portato tu qui, troia!”
Alla parola “troia” qualcosa si accese in lei. Un lampo passò nei suoi occhi mentre calava la mini e appoggiava i piedi sui sedili, sbattendomi di fatto la sua figa in faccia.
“E allora leccala, puttana!”
Sprofondai tra le sue labbra perdendomi in quel sapore così strano e diverso da quello che avevo in bocca fino a poco prima, eppure ancora più eccitante. Sentivo il suo corpo muoversi sotto i colpi della mia lingua. Le carezzavo il clitoride, la infilavo dentro e poi scendevo fino al buchetto. I nostri orgasmi erano sincronizzati quasi alla perfezione.
Io volevo il gran finale.
Uno per volta i due uomini sborrarono nella mia bocca, colmandomela, e io non ingoiai niente. Fu a quel punto che iniziai a pomiciare con Luisa. Ci scambiavamo seme e lingue, mentre i titoli di coda scorrevano sullo schermo e i due sparivano nella notte, lasciandoci come due amanti davanti ad una commedia rosa.

Note finali:

Ciao! Spero che il racconto vi sia piaciuto. Come sempre, scrivetemi cosa ne pensate! Un bacio, Patrizia :)

Questo racconto è stato letto 526 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!

 

Ricerche Frequenti: