Una vacca soddisfatta




La mia vita sessuale è andata in declino in quest’ultimo periodo, e me ne rammarico.
Il mio ragazzo ha sempre sofferto di eiaculazione precoce, io lo amo e non gliel’ho mai fatto pesare, anzi, ho sempre cercato di far durare i nostri rapporti il più possibile e il sadomasochismo ha aiutato. Lui mi sottomette anche per un’ora e io ho il tempo di venire, poi faccio venire lui e il tutto si conclude in un tempo più che accettabile…
Il problema è che ultimamente dopo un suo tradimento sento il bisogno di essere amata, di sentirmi desiderata, cosa che con un rapporto BDSM non accade…
Ieri avevo voglia, eravamo a letto, io nuda, mi accarezzava pigramente la pancia, scende con le dita e nota la mia fighetta bagnata, insinua due dita dentro e mi sditalina per un paio di minuti … Poi mi gira, mi mette a novanta e me lo mette dentro al culetto, forte e prepotentemente senza nessuna lubrificazione apparte un po’ di saliva … Mi cade l’occhio sulla sveglia … 14.49 … Lui inizia a darci dentro, con un dito mi stimola il clitoride, poi lo sento fermarsi e penso ‘oh no…’ 14.52 … Finito. Mi alzo, arrabbiata e vado in bagno per non cominciare a discutere, mi butto in doccia e me ne sto lì per una mezz’ora buona. Lui esce e va al lavoro. Non riesco più a sopportare questa cosa, voglio il mio orgasmo e così per l’ennesima volta mi trovo a masturbarmi nonostante abbia un bel ragazzo al mio fianco che potrebbe farmi godere come una pazza.
La sera quando torna va in bagno e mi chiede perché il dildo è sul lavandino … Gli dico la verità e comincia ad urlarmi addosso dicendo che non lo apprezzo mai per il sesso che mi concede, esce di casa e torna dopo una ventina di minuti con Marco, il suo amico del liceo. Marco è un bel tipo, ha sempre avuto una cotta per me e lui e il mio ragazzo si sono già accordati … Mi dicono che visto che sono una maiala sempre arrapata dovrò avere un rapporto con Marco per vedere se con lui riesco a soddisfarmi.
Accetto, un po’ stupita, vado in camera e mi faccio trovare nuda come richiesto.
Il mio ragazzo si siede sulla poltrona nell’angolo della stanza, mentre Marco mi apre le gambe e inizia a leccarmi la figa. È la cosa che più amo e che più mi fa godere. Sento la punta della lingua bagnarmi il clitoride, entrarmi dentro, leccarmi il buchino del culo. Vedo le stelle e ho il primo orgasmo. Potrei accontentarmi la non mi faccio sfuggire l’opportunità, prendo il suo bel cazzone duro in bocca e lo spompino per bene. Gli lecco le palle, le prendo in bocca e le succhio, poi bacio e lappo anche il suo bel culetto sodo. Apro la figa con le mani e lo invito a penetrarmi, sempre sotto lo sguardo attento ed eccitato del mio ragazzo che con una mano si tocca il cazzo bello duro.
Mi penetra per 20 minuti, baciandomi i capezzoli e poi quando ho il mio secondo orgasmo squirto come mai prima. Mi sento così stanca eppure non ho il tempo di pensarci che mi gira a 90 e mi penetra il culo, con forza come piace a me, urlo, ansimo, il cazzo nel culo e due dita nella figa e squirto ancora, le gambe mi cedono.
Sono passati quasi 40 minuti, non male direi, ora voglio il suo sperma.
Il mio ragazzo si alza e si mette davanti a me insieme a Marco, si segano un po’ e mi riempiono il viso e la bocca di sborra calda, con un dito mi impiastricciano la faccia per bene, poi il mio ragazzo mi bacia e vanno insieme a lavarsi il cazzo.

Spero che si ripeta perché ho goduto come una troia.

Questo racconto è stato letto 1551 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!

 

Ricerche Frequenti: