Una paziente particolare




Entri in studio, sai di non esserti comportata come avresti dovuto, sai che sono arrabbiato…mi guardi, ti guardo non ti dico niente, mi avvicino e ti ordino di spogliarti completamente nuda, di tenere solo le scarpe. Ti metto in piedi a gambe divaricate, nuda e ti osservo, le tue mani sono dietro la testa. Ti osservo e non ti tocco, solo un leggero schiaffetto in mezzo alle gambe per vedere se sei gia bagnata…Prendo il lettino e lo giro in verticale rispetto alla posizione attuale, ti faccio accomodare sopra, girata verso il muro a 4 zampe lasciando alla mia visione da seduto la tua figa e quel culo che come sai adoro. Mi siedo alla scrivania e finisco le mie ricette godendo dello spettacolo che mi offri.
Mi alzo e ti vengo vicino prendo le tue mani e le lego in modo che tu non possa stare in altra posizione che non quella di sottomissione alla quale ti obbligo. Ora arrivo dietro e ti scruto allargo con le mani la tua figa e ti penso li impotente imbarazzata ad offrirmi quella visione. Mi allontano ed arriva il primo schiaffo, risuona nel silenzio della stanza a mano aperta sulla natica sinistra. Torno da te e ti bendo voglio che tu perda i punti fermi, che ti senta abbandonata in mia balia. Ti lascio qualche secondo per abituarti alla situazione. Ora torno dietro ti accarezzo il clitoride, sei bagnata, tolgo la mano e ti do un’altra sculacciata dove ti avevo gia colpita. Mi avvicino e ti accarezzo di nuovo il clitoride inizi a gemere, sposto la mia bocca sopra il tuo buchetto posteriore e ci lascio cadere una colata di saliva mentre ti tocco… Senti un brivido di eccitazione e paura, sai che potrei farti molto male, speri che abbia voglia di lubrificarti abbastanza da non sentire dolore. Torno a concentrarmi sul clitoride, inarchi la schiena per farmi capire che vuoi essere penetrata con le dita, ti dico che sei una cagna, lo sai di esserlo, ma ti accontento inizio con un dito ma presto passo a due con ritmo lento, voglio che tu mi dica: scopami con quelle dita, piu forte!! Smetto di toccarti e ti lascio sola eccitata a carponi. 30 secondi pensi sia una infinità. Mi avvicino piano, tu sei bendata, lo tiro fuori e lo strofino sulle tue labbra, non capisci cosa sia, te lo spingo in bocca capisci e tiri fuori la lingua lo vuoi, vuoi succhiarlo… Pochi secondi e me ne vado…torno dietro e faccio colare altra saliva sul buchetto, ormai è pronto… Ci appoggio un diro, tu hai bisogno di essere penetrata mi inarchi la schiena per facilitare la penetrazione del dito nel culo, mai avresti pensato di poter fare una cosa del genere, ma ora sei li nuda ed eccitata e vuoi sentirti davvero una troia, vuoi godere e non ti interessa come…. Ti penetro anche la figa, ed inizio ad andare forte come piace a te ti metto due dita in figa e 2 in culo, sei piena, riesci a sentire le dita nel culo e quelle nella figa che si toccano dentro di te, è una sensaIone nuova intensa, vorresti potermelo succhiare vorresti ogni tuo buco riempito perche sei abbandonata, bendata ed eccitata. Hai un orgasmo intenso, ti tremano un po le gambe, tolgo le dita dalla figa e ti sculaccio, senti il dolore, la testa ti gira arrivo vicino e te lo metto in bocca, sono eccitato anche io dalla situazione, te lo spingo in gola, ti sculaccio ancora mentre me lo succhi… Poi d’improvviso vengo e ti riempo la bocca, ingoi tutto , sei eccitata stanca ed appagata…

Questo racconto di anonimo fantasioso
è stato letto

1
2
1
9

volte

Questo racconto è stato letto 294 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!

 

Ricerche Frequenti: