Un sogno di nome Valentina by AleFr88 [Sentimentale]






|

Sexy webcam Chat 
|

ChoCam

Mature webcam 

Live18
|

Un sogno di nome Valentina di AleFr88 New!
Erano le 8 di sera quando Valentina mi chiese di andare da lei.
Siamo amici da quando andavamo alle medie e da allora sono trascorsi ben 7 anni durante i quali i nostri corpi e le nostre passioni sono cresciute di pari passo.
L’ho sempre considerata un’amica nonostante il suo corpo da favola e il suo splendido carattere perché, ragionando con il senno di poi, ero semplicemente timido e impacciato ma, in fondo in fondo ero già consapevole del sentimento che ci legava indissolubilmente.
Ritornando a quanto accadde quella sera ricordo che non appena varcata la soglia di casa sua sentii un profumo di lavanda che mi inebriò all’istante, lei era sul divano con lo sguardo perso nel vuoto e le lacrime che solcavano le sue belle guance, sembrava una cucciolotta e il cuore incominciò a battermi all’impazzata.
Non sapevo che fare e lei non mi guardava, sembrava quasi in un’altra dimensione.
All’improvviso mi chiamò e osservandomi con estrema dolcezza, come mai prima d’allora, mi raccontò di come il suo fidanzato si comportò con lei e di come l’aveva usata infatti, quello scemo invece di trattarla come una principessa la considerava semplicemente come tutte le altre….
Valentina non riusciva a sopportare tutto questo ma voleva altro e mi confidò di aver molto pensato alla mia gentilezza nei suo confronti e che avrebbe tanto voluto uno come me al che, vedendo il mio sguardo volgere verso il basso per la vergogna si alzò, mi prese per mano e, posandomi una mano sulla spalla fece segno di sedermi accanto a lei.
Io lo feci e lei, poco dopo, mi mise le mani sulle guance e senza proferire parola mi baciò.
Quel bacio sembrava non finire mai e nella mia mente vidi scorrere le immagini del mio passato e del tempo sprecato a cercare quello che avevo sempre avuto davanti agli occhi.
Il rossore delle mie guance lasciò il passo ad una profonda eccitazione e lei accortasi del mio desiderio mise una mano proprio lì e iniziò a toccarmi.
A quel punto io ricominciai a baciarla e ad accarezzarla mentre le spalline del suo vestitino cedevano e lasciavano scoperti la schiena e il suo splendido seno che non persi tempo ad accarezzare mentre lei mi sbottonava i pantaloni.
Il mio cazzo si ergeva in tutta la sua potenza e Valentina me lo succhiò e leccò avidamente con grande esperienza tanto che, dopo circa venti minuti di trattamento, le venni in bocca.
Con la bocca piena e il trucco sfatto mi sorrise, ingoiò il mio seme e mi disse di volermi bene.
Le leccai la fichetta rasata e profumata fin quando non esplose in un violento orgasmo.
Ricominciammo a baciarci e ritrovata la mia virilità la presi dolcemente per tanto, tantissimo tempo, per tutta la vita…

Per eventuali commenti (femminili ) non esitate a scrivermi: villacapriglia@libero.it

Questo racconto è stato letto 127 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!

 

Ricerche Frequenti: