Un desiderio che ha cazzo e tette




Sono un uomo di 52 anni, nella mia vita ho provato di tutto, l’ho fatto con donne giovani, vecchie, di altre etnie, con uomini, in posti strani, posizione strane, insomma, non mi sono fatto mancare, volevo vivere la mia vita totalmente e ci sono riuscito.

Qualche giorno fa però mi sono reso conto che nel mio lungo elenco di avventure, mancava qualcosa, non avevo fatto nessuna esperienza con un transessuale, mi aveva sempre eccitato l’idea di farlo con qualcuno che avesse le tette e il cazzo, che dall’aspetto fosse totalmente femminile e che poi avesse il mio stesso arnese, non so perché non sono mai andato fino in fondo in questa fantasia.

Mi sentivo pronto, avevo bisogno di qualcuno con cui fare questa esperienza e non sapevo con chi parlare, così decisi di andare in un locale dove facevano lap dance notturna e chiedere in giro, il barista mi indicò una ragazza bellissima seduta ad un tavolo, sembrava essere una di quelle che si esibivano, mi avvicinai.

Mi salutò e mi sorrise, mi chiese che tipo di servizio stavo cercando, mi avvicinai al suo orecchio e le sussurrai il mio desiderio “vorrei farlo con qualcuno che ha un cazzo”, annuì con la testa, poi aggiunsi “Sono disposto a pagare bene”.

Quelle furono le parole magiche per farla alzare, mi disse di seguirla, mi feci strada tra la gente, entrammo in una stanza poco illuminata, al centro un letto, pensai a quanti uomini avevano scopato li sopra , allontanai subito quel pensiero e mi concentrai sulla bellezza di quella persona che avevo davanti.

Aveva dei lunghi capelli castani, occhi verdi, pelle ambrata, indossava un vestito succinto, le tette belle grosse quasi le uscivano dalla scollatura, un culo che parlava, allungai le mani per afferrarla, lei mi bloccò mi fece cennò di darle i soldi.

Presi dalla tasca 1.000 euro, le dissi che volevo il servizio completo, doveva essere totalmente mia e potevo fare qualsiasi cosa volessi, mi stava costando ma sono ricco e non ho problemi di soldi.

Ci sedemmo sul letto, tirai fuori il cazzo, le indicai di farmi un pompino, non se lo fece ripetere due volte, lo prese tutto in bocca e iniziò a succhiarlo avidamente, lo sentivo gonfiarsi, in poco tempo diventò duro, era davvero brava a farmi la pompa.

Mentre muoveva la testa l’afferrai per i capelli e la spinsi via, la feci stendere al mio fianco, iniziai ad osservarla, era bella ed eccitante, le dissi di togliersi il vestito, restò solo con la lingerie sexy, la osservai meglio, aveva i capezzoli duri, riuscivo ad intravederlo.

Fu in quel momento che fui colto da una forte voglia, glielo strappai e presi i suoi capezzoli in bocca, iniziai a succhiare e leccare, lei gemeva ad ogni mio tocco, mi stesi sopra di lei, le allargai le gambe, il mio cazzo tosto strusciava sul suo sotto il perizoma, sentivo che era duro ma che man mano che mi muovevo si gonfiava.

Lasciai stare le tette e arrivai al suo cazzo, misi una mano sotto al perizoma e lo tirai fuori, era una transessuale dotata, senza pensarci due volte lo presi in bocca, il suo sapore mi sconvolse i sensi, iniziai a pomparlo, avevo esperienza in questo, avevo succhiato il cazzo a tanti uomini nella mia vita e non c’era niente di diverso.

Quando anche il suo cazzo diventò durissimo, tornai a stendermi addosso a lei, presi un capezzolo in bocca e lo leccai con la punta della lingua, le allargai per bene le gambe, cercai il suo buchetto del culo, la punta del mio uccello era molto bagnata, la passai lentamente intorno all’entrata per lubrificarla, poi affondai dentro totalmente.

Lei si lasciò scappare un gemito di dolore misto a piacere, spinsi forte e a fondo, senza staccare la mia bocca dalle sue tette, mi mossi dentro di lei, spinsi e la scopai.

Era davvero eccitante avere le tette in bocca, mentre sentivo il suo cazzo strusciarmi la pancia ed il mio affondare nel suo orifizio, fui assalito da una voglia incontrollata, la presi di forza e la misi a pancia in giù, le entrai forte a pecorina, lei sollevò un po’ il culo e si prese il cazzo in mano per farsi una sega.

Le schiaffeggiai le chiappe, tirai fuori il cazzo per un secondo, guardai il suo buchetto e ci sputai dentro la saliva, poi tornai a trafiggerla con forza.

La scopai forte, come non avevo mai fatto con qualcuno, le feci cambiarne nuovamente posizione, si mise a terra, si piegò su stessa in modo che io potessi avere accesso al buco del suo culo, infilai il cazzo dentro piegandomi leggermente e la feci godere.

Sudavo, il mio corpo era completamente bagnato, le dissi di succhiarmi le palle e il cazzo ancora e ancora, lei faceva ogni cosa che le dicevo, poi le ordinai di possedermi, tirò fuori la sua forza, mi obbligò a prendere il suo uccello fino in gola e mi tenne fermo, non potevo muovermi, mi sembrava quasi di soffocare, mi lasciò in tempo, era fottutamente eccitante.

Mi spinse contro il letto, stavo piegato a pecorina sul letto con i piedi a terra, mi disse che ero un porco e che aveva voglia di fottermi, dopo qualche secondo sentii il suo cazzo sfondarmi il culo e riempirmi.

Stavo impazzendo di piacere, mi scopò forte, quasi allo stesso mio modo, mi disse che ero un porco che doveva essere castigato, mi presi il cazzo e mi feci una sega veloce, ero al limite, lei dissi che stavo per venire, mi fece girare, se lo infilò tutto in bocca e succhiò fino a ricevere la mia sborra dentro.

Poi fece la stessa cosa, avvicinò il suo cazzo alle mie labbra e si masturbò velocemente, vedevo la sua mano muoversi senza sosta, poi i suoi gemiti si fecero più intensi fin quando non esplose un bel getto di sperma sulle mie labbra e la mia faccia.

Mi ripulii e la ringraziai dell’esperienza, devo dire che è stata davvero una delle più belle della mia vita ma non l’ultima, mi aspettano ancora tante altre avventure.

Voto:
(No Ratings Yet)

letto: 1.604 views

Questo racconto è stato letto 285 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!

 

Ricerche Frequenti: