Un cornuto collaborativo e una troia insaziabile




Il marito rientrando a casa anzitempo,trova la moglie impegnata in cucina a preparare la cena.

-Ciao amore.-

-Ciao tesoro…già qui?-

-Certo amore….sono rientrato un po’ prima perché ho una cosa importante da dirti.-

-Cosa tesoro…cosa hai di così importante per essere rientrato prima che finissi di cucinare? Lo sai tesoro che il giovedì viene sempre Luigi che di solito se può,si intrattiene per tutta la notte altrimenti alle venti è già via. E’un miracolo se stasera non è qui ed è perché ha un impegno con quella troia della moglie e con quei rompicoglioni dei suoceri.-

-Ma amore…stai tranquilla io lo sapevo che stanotte non si sarebbe fermato con te.

Mi aveva telefonato stamattina in ufficio per dirmelo perché tu avevi il telefono sempre occupato ed in effetti neanch’io sono riuscito ad avvisarti per lo stesso motivo.-

-Che vuoi che ti dica tesoro…Luigi sapeva che stamattina veniva il falegname per quell’antina traballante!

Ebbene, mentre mi aspettavo quel panzone di Luca, Pasquale mi aveva mandato un ragazzo nigeriano sai…uno di quei negri che mi fanno schifo e che sarebbe meglio che stessero al loro paese (Come dice Salvini)anziché venire a rompere i coglioni da noi e togliere il lavoro ai nostri mariti!-

-Ma amore…non potevi cacciarlo e telefonare a Pasquale per protestare!

Tesoro…io ci ho provato ma poi per smontare l’antina che continuava a traballare lui mi aveva chiesto di aiutarlo e mentre lui lavorava sulla scaletta,sotto i suoi pantaloni ho visto qualcos’altro di traballante e non ho saputo resistere.-

-Che hai visto tesoro?-

Ho visto che aveva una cassetta piena di attrezzi…sai viti,cacciaviti,martelli,bulloni,tenaglie…ma la cosa più intrigante che aveva era l’attrezzo dentro i pantaloni che quando l’ho sentito e me lo ha mostrato mi aveva subito impressionata e quando lo ha usato dentro di me,percuoteva
e forava come un vero trapano da cemento armato.

Amore credimi…mentre mi sfondava avevo ben poca voglia di rispondere al telefono anche se,mentre mi trapanava,trattenevo il respiro per non sentire la puzza di negro.

Pensa che il porco,nel momento di godere,urlava come uno scimmione e quando gli avevo gridato di non venirmi dentro,anziché sborrare per terra come avrebbe fatto un animale, mi si è seduto sulle tette e spingendo tra le mie labbra,mi ha riempito la bocca e lo stomaco di sperma….che schifo…mi ha fatto ingoiare tutto senza neanche chiedere….fortuna che era buono!

Che schifo! Pensa che quando se ne è andato ho subito chiamato il falegname per dirgli che non mi piaceva quel negro e per chiedergli di avvisarmi prima quando lo avrebbe mandato la prossima volta e…di fare presto giacché l’antina ballava ancora!

Poi,mentre lui usciva è arrivato Luigi che per fortuna era talmente arrapato che non si è neanche accorto che avevo la fica slabbrata dal negro e che il sapore nella mia bocca non era del suo cazzo ma era della sborra dell’africano.-

-Amore…ma come facciamo adesso….io sono rientrato prima per avvisarti che oggi ho conosciuto uno sul bus che sicuramente ti piacerebbe.

Era seduto di fronte a me e aveva un pacco che gli scoppiava nei pantaloni.

Ci siamo subito capiti io e lui quando siamo scesi dal bus,mi ha portato tra le aiuole di piazza Leonardo e mi ha fatto vedere,toccare e leccare per due secondi la verga che aveva tra le gambe.

Credimi amore…un vero schianto!

Il fatto è che lui rimane a Milano solo stanotte e non vuole che io sia presente.

Tu te la senti di prepararti per le nove…ti accompagni io nel suo albergo dove ti aspetta per cena e….e quando avete finito vengo a riprenderti?!-

-Tesoro…sei un vero cornuto….se me lo chiedi così come posso dirti di no?!

T’ho già detto che sono stanca morta…però,se tu mi aiuti a prepararmi,depilarmi,farmi un clistere e truccarmi,cerco di accontentarti a condizione che tu in mia assenza non ti addormenti e non ti faccia una sega e aspetti il mio ritorno per masturbarti e sborrare sulla mia fica che spero proprio che il tuo amico riesca a riempirmi.

Poi se sarai bravo,mentre mi ripulisci con la lingua la tua sborra,ti farò leccare anche quella del tuo amico sul mio perizoma e dentro la fica.-

-Ok amore….sbrighiamoci che ho il cazzo che già mi scoppia nei pantaloni!-

Questo racconto è stato letto 9925 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!

 

Ricerche Frequenti: