tre donne prigioniere by francoforte [Vietato ai minori]




tre donne prigioniere di francoforte New!

Ci hanno avvisato che le milizie sono vicine alla nostra città e così io e due mie amiche ci infiliamo nel rifugio che mio marito aveva costruito per questa evenienza.
Purtroppo mio marito è stato ucciso in combattimento e io sono rimasta sola,per fortuna ho Franca e Giorgia che mi aiutano e lentamente siamo diventate amiche a tutti gli effetti.
Se all’inizio mi facevano solo compagnia lentamente abbiamo iniziato a accarezzarci poi a baciarci e inevitabilmente le mani hanno iniziato ad accarezzare le tette per poi arrivare alla figa.
Spesso eravamo in tre a leccarci e sditalarci e spesso ci soddisfavamo con zucchine,cetrioli insomma tutto quello che si poteva infilare nella figa e nel culo godendo come maiale,eravamo arrivate e vederci mentre pisciavamo o cacavamo e qualche volta ci pisciavamo in faccia e sulle tette mentre ci sditalavamo come matte,insomma eravamo sessualmente soddisfatte a parte la guerra e ovviamente la mancanza di cazzi.
Siamo chiuse nel rifugio quando sento dei rumori venire dalla casa
“Cazzo qui non c’è nessuno eppure il capitano ci aveva detto che c’era la moglie del colonnello con le sue amiche”
“Eppure c’è gente guarda scemo ci sono i piatti con il mangiare ancora caldo dai scoviamo chi c’è”
Sentiamo rovistare e spaccare tutto
“Sergente qui c’è una botola”
Ci hanno scoperte ci abbracciamo immaginando cosa ci faranno
“Ahhhh ecco è aperta dai scemo vieni qui con una torcia”
Sentiamo dei passi e una luce ci illumina
“Ahhhh guardate chi ci troviamo tre donne tutte paurose,dai non vi facciamo niente belle,solo una piccola sderenata sono tre mesi che non vediamo donne uhhhh ho già il cazzo duro dai vieni qui bella”
“Fermo cretino il capitano non vuole che si tocchino le donne dei graduati e specialmente quelle del colonnello,vuoi finire la tua vita con un colpo in testa????”
“Noooooo ma a vederle mi si è drizzato il cazzo,va bene non vi facciamo niente ma fatemi almeno una sega dai sergente fai il bravo fammela fare”
Noi tre tremiamo di paura ma quando Franca vede quel cazzo fuori non resiste si avvicina e inizia a menarlo,il sergente a vederla così maiala tira fuori anche lui il cazzo e io lo impugno e inizio a segarlo,Giorgia a vederci con quei cazzi in mano spalanca le gambe e inizia a sditalarsi
“Sergenteeee che troie abbiamo trovato ahhhhh pensi che potremo chiavarcele anche noi dopo il capitano???”
“Non lo so ma adesso stai zitto ahhhh come sei brava adesso apri la bocca che ti faccio bere tutto siiiii tieniiiii godooooo bevila tutta “
Mi lava la faccia di sborra bollente e anche l’altro inonda Franca mentre Giorgia si riempie la mano di umori, i due rimettono i cazzi a posto
“Forza adesso dovete venire con noi camminare e zitte per quello che vedrete purtroppo è la guerra”
Ci fanno uscire dalla casa ormai distrutta,in giro ci sono solo rovine e uomini che corrono da tutte le parti urlando,siamo quasi arrivate quando vedo una scena terribile,un soldato praticamente nudo trascina una donna urlante per i capelli
“Ahhhhh troiaaaaa mi hai morsicato il cazzo uhhhh che dolore adesso farò la stessa cosa con te”
Recupera un pugnale e con un colpo solo le taglia una tetta e la lascia agonizzante,giro la testa per non vedere e proseguiamo la strada per arrivare a una casa che era il palazzo del governo adesso occupata dai soldati,qui le scene di violenza non ci sono e pare anzi esserci disciplina,il sergente ci accompagna in una stanza e si blocca sull’attenti
“Capitano una di queste è la moglie del colonnello non so quale è”
“Bene sergente ottimo lavoro adesso fuori chiuda la porta e aspetti ordini”
Guardo il militare e devo ammettere che è un bellissimo uomo alto,robusto al punto giusto e anche in questo frangente non certo felice penso a che cazzo abbia sotto,lo immagino grosso e sempre duro e al solo pensiero mi sento la figa bagnata.
Si avvicina ci guarda ,in mano ha un frustino
“Benissimo adesso voglio sapere chi è tra di voi la moglie del colonnello dunque??”
Stiamo zitte per paura e lui ci squadra quasi a volerci ammazzare tutte e tre
“Allora!!!!! Tutte zitte!!!!! Benissimo adesso vedremo se iniziate a parlare”
Di colpo molla una frustata sulle tette di Franca che inizia a gridare dal male,senza smettere inizia a frustarci sulle tette sulle gambe e sul culo,noi siamo legate e non possiamo muoverci e pigliamo tutte queste urlando e chiedendo pietà.
“Pietà!!!!! Chiedete pietà voi che avete distrutto la nostre gente??? Voi che con il colonnello in testa avete massacrato donne,uomini e bambini voi avete il coraggio di chiedere pietà allora parlate o ricomincio a pestarvi.
Io visto la furia del capitano con le lacrime agli occhi
“Io sono la moglie del colonnello sono Paola e vi giuro che non immaginavo quello che faceva mio marito durante la guerra abbiate pietà”
“Ahhhh benissimo adesso iniziamo a ragionare sergente!!!!!!!!”
Subito entra il sergente,il soldato al quale avevo fatto una sega
“Queste due in prigione comune e poi via e chiudere la porta chiaro!!!!!!!”
Rimango sola con il capitano che mi viene vicino e con il frustino inizia a passarlo sul corpo e si sofferma sulle tette,io a sentire quella carezza mio malgrado capisco che la figa si inumidisce e senza volerlo inizio a mugolare
“Ahhhh così alla moglie del colonnello piace questa carezza??? E se invece della carezza riprendessi a frustarti ti piacerebbe???? Parla cara Paola”
“Uhhhh non resisto è troppo tempo che un uomo non mi accarezza così uhhhh siiiii ancoraaaaaaa”
Il capitano molla il frustino e inizia a accarezzarmi tutto il corpo e specialmente il culo e le tette ricevono strizzamenti e carezze che mi fanno sbrodolare la figa e io mi muovo cercando il suo contatto e apro le gambe
“Ahhhhh ecco la moglie che si bagna ti piace verooo???? Adesso rimani legata e mettiti in ginocchio forza!!!!!”
Mi metto in ginocchio pensando a quello che vuole fare e in effetti si apre i pantaloni e tira fuori un cazzo da spavento è ancora floscio ma è di almeno 20 centimetri e bello grosso,lo piglia in mano e inizia lentamente a menarlo
“Allora cosa ne dici ti piace??”
“Uhhhhh dopo due anni che non vedo un cazzo questo mi fa impazzire è bellissimo dammelo da leccare ahhhh che profumo di maschio ahhhh l’odore di piscia mi fa venire senza toccarmi”
“Ma come la moglie del colonnello quella che andava in giro impettita con lo sguardo superbo si dimostra troia a tutti gli effetti? “
“Ahhhh si sono diventata una troia il colonnello,mio marito,non mi toccava da mesi e aveva un cazzetto ridicolo,così mi facevo l’attendente almeno una volta al giorno ma anche lui non aveva certo il cazzo che ho davanti,siiiii dai fammelo leccare spalanco la bocca”
Mentre parlavo il capitano massaggiando il cazzo lo aveva pronto e di colpo lo infila in gola,lo spinge fino ai coglioni e inizia a chiavarmi la bocca
“Ahhhh che godimento la moglie del mio nemico che si fa chiavare in bocca come l’ultima troia da strada siiiii ti chiavooo epoi dovrai bere tutto quello che ho dentro i coglioni che mi scoppiano tieniiii vorrei infilarti anche i coglioni in bocca”
Mi chiava come un disperato e mi vengono conati di vomito quando lo affonda ma resisto e mi godo quel cazzone che mi sfonda la bocca sognando quando mi sfonderà culo e figa e così con la figa che cola sul pavimento umori lo accolgo
“Ahhhh addesso ti faccio bere tieniiiiiii bevi troiaaaaa eccoooooooooo siiiiiiiiiii dai ingoia tutto troia,vacca porca”
Mi fa fare indigestione di sborra e riesco a berla tutta poi sfila il cazzo e tenendolo in mano mi fa pulire e leccare la cappella.
“Ahhhh sei stata stupenda bene adesso ti slego e visto che ,come immaginavo, sei una grandissima troia vorrei vedere come sei fatta adesso spogliati”
Non aspettavo altro e liberata dalle corde che mi tenevano strette le mani dietro la schiena inizio a togliermi i vestiti,rimango in reggiseno e mutandine mentre il capitano si accarezza il cazzo
“Dai ultimo colpo fatti vedere nuda”
Mi tolgo il reggiseno e le mie tette saltano fuori belle grosse e dure e poi lentamente guardandolo negli occhi mi sfilo mutandine e gli metto in faccia la mia figa bagnata e depilata
“Allora!!!!!! Adesso sei contento ti vado a genio??????”
Che gli piaccio sono sicura perché il cazzo che era floscio si è raddrizzato di colpo
“Lo sapevo che eri un pezzo di figa imperiale,dalle foto ti immaginavo nuda e durante la guerra mi sono sparato un’infinità di seghe pensando a questo momento vieni,vieni vicino voglio tutto di te uhhhh che tette,che culo e che figa,depilata e morbida vorrei avere quattro cazzi per riempirti tutta vieni sdraiati sulla scrivania siiiiiii metti le braccia sopra la testa ahhhhhh sei stupenda uhhh apri le gambe voglio tutto”
Mi sento una donna desiderata e così gli do tutto,si butta sulla figa e mi succhia tutto,si beve i miei umori e mi fa venire orgasmi a raffica,mentre mi lecca mi infila due dita nel culo e una mano è sulle tette che impasta e strizza
“Daiiii non resisto chiavami fammelo sentire dentro lo voglio tutto siiiiii”
Non se lo fa ripetere e così si solleva dalla mia figa fradicia e di colpo affonda il cazzo fino ai coglioni
“Ahhhhh che meraviglia siiiii questo è un cazzo daiiiiii sbattimi fammi male sbattimi i coglioni sul culo uhhhhhh godooooooo”
“Oggi ti riempio la figa ma dopo voglio tutto voglio il culo voglio le tette voglio le mani devi essere mia per sempre cagna troia ma stupenda ecco adesso ti riempiooooooooo sborrooooooo”
Mi spara dritto nella figa una serie infinita di schizzi di sborra
“Siiiii mi hai riempita lascialo dentro lo voglio sentire calmarsi sei stupendo capitano ma scusa dimmi come ti chiami se devo e voglio essere tua non posso chiamarti capitano e basta”
“Siiii porcona mia mi chiamo Alan e tu sarai sempre la mia Paola maiala ma divina”
Sfila il cazzo e mi infila la lingua in bocca e mentre ci slinguiamo mi sditalina la figa facendomi venire ancora una volta
“Tieni lecca la mia sborra e i tuoi umori pulisci bene ecco bravissima adesso basta devo andare la guerra non è finita ma sarai sistemata dove dico io”
Ma Alan scusa e le mie amiche? Che fine faranno”
“Non lo so forse le daremo ai soldati questa sera e le potrai vedere,se sono ancora vive,domani mattina”
“Noooo poverine dai non fare questo sono amiche molto intime capisci!!!!!!! Da quando è iniziata questa guerra ci siamo consolate a vicenda,capisci,insomma in tre ci masturbavamo e non solo dai caro lasciale venire con me!!!!!!”
“Ma cosa dici!!!!!tutte e tre insieme per godere!!!! Ahhhhh bellissimo ritiro tutto partirete domani mattina per la mia residenza e io vi raggiungerò appena possibile ma Paola non prendermi in giro sarei terribile,vi voglio con me e quando torno vi metterò alla prova e credimi ho il cazzo inesauribile quando sono con delle maiale come mi dici,adesso aspetta qui che manderò il sergente a prendere le tue amiche e partirete con lui,ciao amore mio e attenta”
Alan esce e io mi rivesto aspettando Franca e Giorgia,passano poche ore e entrano accompagnate dal sergente,voliamo tra le braccia e ci baciamo con affetto
Ahhhh Paola ci sei mancata in quella prigione tremenda pensa che i guardiani appena ci hanno viste ci hanno legato e tirati fuori i cazzi abbiamo dovuto spompinare almeno dieci cazzi con relativa bevuta poi erano pronti a incularci ma per fortuna è arrivato il sergente che a furia di pedate li ha cacciati via ahhh grazie sergente siete un amico!!!”
“Be care le mie signore amico per interesse adesso vi debbo portare alla casa del capitano dove rimarrete fino al suo arrivo e io dovrò curarvi e non farvi mancare niente siete contente??”
“Sergenteeee siete meraviglioso dai tiralo fuori che ho voglia di una bella lisciata daiiii vieni “
Franca si solleva la gonna e si mette coricata sulla scrivania dove io ho beccato quella stupenda chiavata,il sergente a vedere culo e figa liberi e scoperti cala subito i pantaloni
“Siiiiii dopo due anni di seghe una figa a disposizione mi fa scoppiare il cazzo aspetta bella che ti liscio e ti scaldo i due buchi”
Detto fatto immerge il suo cazzo nella figa di Franca,due colpi lo sfila e si infila nel culo e così la sbatte
Mentre franca è alla goduria massima io e Giorgia iniziamo a baciarci,lingua in bocca,p3r poi passare alle tette e a un massaggio di figa stupendo
Sergenteeee dai schiantami fammelo sentire in gola quel cazzone siiiiii nel culooooo uhhhhh sborro dalla figa ahhhh maialone adesso nella figa siiiiii dai riempimi dai scarica i coglioni dentro voglio essere piena”
Mentre noi godiamo sditalandoci e con le lingue in bocca assistiamo alla inculata del sergente che alla fina a furia di squassare figa e culo di Franca le scarica addosso una valanga di sborra e noi porche fino alle orecchie corriamo a leccare e nel contempo puliamo il cazzo del sergente.
“Ahhhhh mi aspettano giorni stupendi care signore adesso via vestite e partiamo
Bene cari lettori e lettrici è iniziata una nuova storia che si immagina lunga e piena di porcate adesso vi salutano le vostre
Anna e Chiara

Questo racconto è stato letto 1071 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!

 

Ricerche Frequenti: