THE CHANTELLE DREAM by strapps [Vietato ai minori]




THE CHANTELLE DREAM di strapps New!
Riprendemmo la vita di sempre, cioè in quei giorni si trattava soprattutto di registrare nuove puntate mattine di Wake Up with Chantelle. Il successo giunse anche agli altri media oltre a internet dove eravamo già noti. Mia moglie fu intervistata da una tv locale SD9 e poi fu invitata allo show di ReggyP, un frontman nero del ReggyPSHOW.
Il programma andava in diretta alle una di notte su Chanel555A, una tv di Atlanta piuttosto famosa. Dianna era eccitata di finire in tv. I giorni prima della puntata fu un casino totale. Lei telefonava a tutti. Amici, nemici, amiche, boyz, produttori, registi, ecc. fece le prove per almeno 6 vestiti di firme europee. Andammo a comprare le scarpe nel solito negozio in centro ad Atlanta. Loanna le fece varie prove per il trucco. Alla fine scelse una soluzione abbastanza castigata. Vestito Armani di seta colorato, seno in evidenza, ma non di fuori, tacchi alti, ma non troppo. Trucco leggero. Extencion di un biondo spento che risaltavano il suo volto che brillava di gioia e sessualità.
Reggy era un ragazzone altissimo che indossava grosse giacche con spalline anni 80. la faccia lunga con un naso a punta e gli occhi piccoli e verdi gli davano un’aria stupida.
Si dava arie da primadonna. Si presentò come:
“Il vecchio Reggy. Primadonna, bisessuale dichiarato. Star di questo show!” annunciò nella sua ridicola giacca color pastello e cravatta blu elettrico.
“Questo mi sta già sulle palle..” mi disse sottovoce mia moglie. Ma era troppo eccitata di andare in tv per fregarsi del tipo. Se lo sarebbe mangiato.
“Ciao. Io sono Dianna del MakeUpwithChantalle show…..ho più di 100000 visitatori nel mio sito..” gli disse gelandolo.
Quello rinculò e sorrise forzato. “…bene…bene…vedo che sei già pronta..
“Sono nata pronta, bellezza!”
“Capisco…allora vuoi che ci accordiamo per qualche domanda…Dianna?”
“No. Spara pure, sorella!” e rise di gusto. Era nel suo mondo. Una donna ammirata, potente sexy.
“Ok…ma non sarebbe meglio…”
“No problem. Sorella. Ti ho detto di sparare a zero. Queste tette sono pronte a tutto” fece mia moglie mostrando le tette giganti a Reggy.
Quello mise le mani avanti e disse:
“Quelle tienile a posto…mi raccomando…”
lei strizzò l’occhio e dette una pacca sul culo di Reggy, un culo posto proprio in alto.
Lo show fu naturalmente preso in ostaggio da mia moglie.
Si impadronì del microfono e tenne banco per trenta minuti buoni di risate, battutte, doppi sensi, occhiolini, allusioni. Reggy provò a riprendere in mano il suo show, ma era impossibile. Mia moglie strabordava al solito. Alla fine, esausto, senza potere, Reggy dovette chiamare la pubblicità e dopo annunciò:
“Rientriamo col servizio su la moglie del presidente…”
“Cosa?mi molli?stronzo?!!” sbottò Dianna.
“Ehi…dolcezza…è andato bene…ma tu sei…sei…una furia…..mi hai annichilito…” sudato se ne ne andò al trucco lasciandoci basiti.
Dianna si infuriò e sbatacchiò qualche sedia per terra. Vennero due della security e ci fecero accomodare fuori.

***
Tornammo a casa. Dianna era inferocita, ma in auto, mentre mi concedeva di guidare la Lotus perché lei era troppo adirata, iniziarono ad arrivare sms di congratulazioni:
SEI MITICA!!
SEI MAGICA DIANNA. HAI SFONDATO STASERA.
AMOREEEEEEEE!!!!!!!!!!SEI TOPPPPPPPPPPPP
MAGICA
L’HAI FATTO SECCO QUEL COGLIONE.
SEI SEXY E FENOMENALE
HAI SFONDATO CHANTELLE.
GRANDEEEEEEEEEEEEEEEEEEE
LOVE
VOGLIO SCOPARTI MI HAI FATTO IMPAZZIRE HAI SISTEMATO QUEL PAGLIACCIO!!
MITICA
UNICA
LOVE LOVE
DIANNA SEI LA Più GRANDEEEEEEEEEEEE

li lesse tutti ad alta voce e si rilassò. Poi le telefonate. Lei era allegra adesso, capiva di aver fatto lei lo show.
Si eccitò e mi disse di accostare.
“Guido io…”
“Andavo troppo piano Signora?”
“No, voglio fare una cosa….siediti accanto a me e prendimelo in bocca….avanti…”
ripartimmo. Lei guidava e mentre uscimmo dal centro e prendemmo la higway, Dianna abbassò la capote della Lotus e mi disse di farle un pompino.
Mi abbassai alla sua divina maestaà del cazzo. Era già duro sotto le mutandine chiare. Lo feci uscire e mentre lei guidava forte la Lotus lo presi in bocca.
Sfrecciammo ma io feci il mio blow job.
Lo presi in bocca come sapevo fare e lo succhiai. Lo leccai bene in punta, lo leccai bene anche lungo l’asta. Lei apprezzava. Sfrecciava con la Lotus grigia a più di 150km/h e il tramonto ci bagnava sopra le teste. Io sbocchinavo quella nerchia nera, odorosa di donna e di umori di un cazzo gigantesco. Sfrecciammo dritti nella higway, la musica a palla. Le luci correvano via mentre io soffocavo in quel pompino sotto il volante. Accolsi. Baciai. Succhiai. Leccai l’asta e riptesi a pompare.
Blow job
blow job in autostrada. Lotus lanciata.
Mia moglie guidava e si godeva il lavoro di bocca del suo devoto marito-schiavo. Leccai e ingoiai, succhiai bene e presi la cappella fra le mie labbra per poi ingoiare di colpo. Succhiai quel gran cazzo nero mentre la Lotus filava verso casa. Prima di uscire dall’autostrada, lei venne. Io ingoia tutto quanto per non macchiare il vestito Armani. Ingoiai e trattenni tutto. Per poi inghiottire. Lei rise. Mi baciò in bocca.
Rientrammo a casa e Paul ci fece una sorpresa con vari amici e donne per festeggiare la performance di Dianna allo show del Chanel555A.
“Sorpresa!!!!!!!!!!!APPLAUSI PER LA REGINA DELLA TV||||” annunciò appena aprimmo la porta.
E poi fu baldoria per un giorno intero.
(per contributi, suggerimenti, critiche: dorfett@alice.it)

Questo racconto è stato letto 37 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!