Pino quel dilf del papà della mia amica. by fuga oblio [Vietato ai minori]




Pino quel dilf del papà della mia amica. di fuga oblio New!

Pino è il papà della mia amica Claudia, un signore molto elegante e bello sui cinquant’anni.
Io conosco Claudia da quando andavamo alle scuole elementari e siamo cresciuti insieme.
Era qualche tempo che, quando andavo a casa sua, per andarla a prendere per fare shopping insieme suo padre mi guardava in maniera strana.
Un mercoledì pomeriggio, mentre stavo lavorando trovo su Whatsapp un messaggio di Pino, che mi chiedeva di vederci perchè mi avrebbe dovuto parlare, e acconsentì di vederci quel pomeriggio alle 17 al bar sotto al mio ufficio.
Lo raggiunsi al bar all’orario prestabilito, mi offrì un caffè e mi disse di andare in macchina perchè non gli andava di farsi sentire da qualcuno.
Salimmo sulla sua Passat grigia e mi confidò di essere attratto sessualmente da me.
Io per essere sincero mi ero masturbato pensando a lui un paio di volte perchè mi sarebbe interessato come amante.
Mi disse di vederci la domenica successiva in un motel sul raccordo anulare.
La domenica pomeriggio, mi mandò un sms, dandomi appuntamento sotto casa mia verso le 14.30 per andare al motel.
Mi confidò che in quel motel ci lavorava suo fratello che gli riservava gratuitamente una camera dove lui portava qualche amante di turno.
Arrivammo presto al motel, suo fratello si trovava in portineria e ci diede le chiavi di una camera che si trovava alla fine del corridoio del primo piano.
Andammo in camera e, attraversando il corridoio sentivo coppie gemere durante il loro rapporto sessuale, da lì mi resi conto che quel motel era il ritrovo di coppie clandestine come lo eravamo noi due.
Raggiungemmo la camera e quando Pino chiuse la porta dietro di se, io mi diressi verso il letto e incominciai a denudarmi.
Lui mi seguì nello spogliarsi e mostrò dopo tanti anni di conoscenza il suo bel fisico.
Rimanemmo nudi a osservarci per qualche minuto, fin quando Pino mi spinse sul letto e incominciò a toccarmi.
Ci scambiammo un bacio con la lingua, la sua era calda e non riuscivo a fermarla perchè non ne avevo voglia.
A un certo punto si fermò e andò verso il suo giacchetto dove aveva portato una cravatta per coprirmi gli occhi mentre mi scopava.
Mi coprì gli occhi e riniziò baciarmi come prima, fin quando a un certo punto si fermò dicendomi di seguirlo.
Lui si sedette sulla poltroncina che era in camera e mi fece succhiare il meraviglioso cazzo.
Avevo l’ordine di succhiarlo fino a quando la sua cappella non sarebbe diventata viola.
Così fu dopo una diecina di minuti quando mi spinse verso il letto, salì sul letto e mi misi a pecorina con la faccia sul cuscino.
La penetrazione durò una mezz’ora fin quando non venne sul mio piede sinistro.

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!

 

La sega di mamma




Scritto da doryan,
il 2015-07-17,
genere incesti

Mi chiamo Giacomo ho 29 anni, questa è una storia realmente accaduta diverso tempo fa, diciamo che all’epoca dei fatti avevo circa 17 anni.
Sono un ragazzo sempre molto voglioso e sempre alla ricerca di nuove esperienze.
Era da diverso tempo che ormai guardavo mia madre sotto altri occhi, lei una donna 49enne (ora) bassina, formosa, bionda ha un seno abbondante, una sesta ed una passera carnosa con pochi peli, biondi; non ho mai avuto la necessità di spiarla poiché si è sempre fatta la doccia o si cambiava con la porta aperta.
Come dicevo, essendo ormai adolescente, con tempeste ormonali in corso, vedevo mia madre non solo come genitrice ma anche come una donna, una donna la quale seppur involontariamente esibiva la sua nudità, le sue generose forme al proprio figlio.
Premettendo che mio padre per lavoro era quasi sempre fuori, durante le sue assenze io diventavo l’uomo di casa, facendo si che il nostro rapporto si rafforzasse sempre nei limiti dell’educazione.
Lei sapeva bene che in camera mia ero sempre alla ricerca del libido, diverse volte mi ha sorpreso mentre mi masturbavo senza mai dir nulla, ma quella volta volevo di più, volevo che fosse lei a farmi godere.
Con una scusa la chiamai in bagno, facendole credere che avevo un fastidio/problema al mio pene, lei accorse chiedendomi cosa fosse successo al chè mi feci trovare con gli slip abbassati ed il pene un po’ duro, lo tenevo in mano ed ogni tanto lo scappellavo, lei mi chiese quale fosse il problema e gli risposi che avevo notato un gonfiore, mi chiese di veder meglio e di togliere le mani, così mi sedetti sul water e lei al centro che guardava in lungo ed in largo il mio membro, ogni tanto lo scappellava. Per tutto quanto accadeva, non resistetti ed il mio pene cresceva sempre di piu tra le mani di mia madre, lei forse avendo capito quale fosse il reale motivo di quanto accadeva, constatando che era tutto ok e che il mio pene non aveva nulla, mi guardó per una frazione negl’occhi e abbozzando un piccolo sorriso, abbassò lo sguardo e prese a massaggiarlo dapprima con movimenti lenti, su e giù e pian piano aventando sempre di più il ritmo, non ci furono parole tra noi lei con lo sguardo basso continuava a darmi piacere, io mi lasciai andare distendendo le gambe fino a irrigidirmi, lei capi che era il momento, accelerò il movimento di mano fino a guando lo senti vibrare, si fermò per un istante ed io copiosamente sborrai, gli schizzi finirono sul suo viso, sulla sua maglietta e le sporcarono una mano, dopo che ormai non co furono più schizzi lei continuò il massaggio fino a far uscire l’ultima goccia di sperma, ero soddisfatto, mi aveva fatto godere come non mai, le poggiai la mano sulla sua, fermandola, lei si alzò, i nostri sguardi si incrociarono per un attimo ed usci dal bagno.
Mi sciaqquai velocemente ed uscii anch’io.
Dopo un po’ entro lei x farsi una doccia, sempre con la porta aperta.
Io ritornai nella mia cameretta felice di aver goduto grazia a moa madre. Nei giorni successivi non ci fu parola in merito a quanto accaduto ed il nostro rapporto è rimasto sempre lo stesso.
Scrivo solo ora quanto accaduto poiché ho incrociato questo sito che da la possibilità di condividere e raccontare la propria esperienza. Mi piacerebbe confrontarmi con altri…
Doryan789@gmail.com

Questo racconto di doryan
è stato letto

3
6
9
3

volte

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!

 

Ricerche Frequenti: