Story by 1945 [Vietato ai minori]




Story

Racconto di vita vissuta vero (dice chi me lo ha proposto )

Francesca è una bella signora di quarantacinque anni. Vive la sua comoda vita a Milano dove si è sposata con Gianni. Lui ha tre anni più di lei. Si sono conosciuti in Università; lei matricola, lui all’ultimo anno.
Gianni è un dirigente bancario di successo; lavora nell’unità compliance presso la sede principale della banca che è nella periferia di Milano. Lei è un “quadro” presso una nota banca d’affari che ha gli uffici nel centro di Milano.
Il mio interlocutore è Beppe. Conosce Francesca dai tempi delle scuole superiori; erano della stessa sezione del liceo da loro frequentato (sempre a Milano).
E’ stato da sempre attratto, innamorato, da lei. Anche oggi che ha moglie con figli, ogni qualvolta che la incontra, sospira pensando se….
Si incontrano con una certa frequenza. La compagnia è quella dei tempi passati che si era costituita prima dell’avvento di Gianni (che arriva da un paese del nord est Italia) ed è ,anche con i nuovi “arrivi”, rimasta compatta. Ogni due/tre settimane passano insieme il sabato sera. Solitamente si incontrano e fanno serata a casa di uno di loro. E’ una compagnia di benestanti: imprenditori ,liberi professionisti o carrieristi. Insomma chi più chi meno stanno tutti economicamente bene.
Francesca e Gianni sono una bella coppia in tutti i sensi.
Vivono in una ridente zona nei pressi di Milano dove hanno una bella villetta. Hanno due bei figli adolescenti: una femmina ed un maschio.
All’apparenza vanno molto d’accordo . Per i più attenti, lui è un po’ rigido e conservatore, mentre lei è solare e appare molto dolce.
Vanno a messa tutte le domeniche e se c’è da aiutare…non si tirano indietro.
Fisicamente possono essere definiti fortunati. Lei ha un altezza normale, capelli chiari che le incorniciano un dolce ed attraente viso. Un bel fisico anche se nascosto da un abbigliamento elegante, ma morigerato.
Beppe, che ha avuto la fortuna di vederla in costume al mare oltre a dire quello sopra descritto, dice che se la si guarda con attenzione o la si frequenta ci si rende conto della sua grandissima femminilità.
L’ha vista sia in due pezzi che con l’intero e dice che ha delle curve favolose con un culetto sodo che spinge indietro e dei seni dove ci si vorrebbe appoggiare per dormire…(o altro?).
Lui è un po’ più alto di lei. Capelli neri ed un bel fisico. Veste elegante ed ha un buon modo di rapportarsi. In lui si intravede spesso il manager…..
Insieme agli amici sono sempre a modo ;mai uno screzio o un dissapore. Sempre in linea sino in modo esagerato.
Una coppia da invidiare.
Da quando Beppe l’ha conosciuta, aveva quattordici anni , sino all’arrivo di Gianni, ha avuto qualche filarino di poco conto.
Nel primo anno di università , come detto prima, si è fidanzata con Gianni e si sono sposati non appena sono terminati i suoi studi.
A Beppe è sempre piaciuta, sin dal loro primo incontro. Un po’ per timidezza ,un po’ poiché la considerava irraggiungibile, non ha mai osato farsi avanti.
Beppe mi dice che vuole risparmiarci dalla sua descrizione fisica. Se lo dice lui…bisogna credergli.
Meglio un’ amicizia che perderla…E nel corso degli anni è diventato il suo amico più stretto.
Quello o quella a cui si racconta tutto o quasi. Chiaro: Beppe non poteva raccontare tutto.
La presenza di Gianni non ha scalfito la loro amicizia. Forse Gianni lo considerava/considera, a ragione, inoffensivo, e quindi con ritmi diversi il loro dialogo è continuato.
Da ciò Beppe ,nel tempo ,mettendo insieme spunti diversi ha conosciuto l’opinione di Francesca sul marito e tante altre cose del suo vivere.
Ne emerge un bel quadro.
Una famiglia serena e felice. Forse lui dedica troppo tempo al lavoro.
Lei è soddisfatta del suo lavoro che le lascia il tempo per dedicarsi alla casa ed hai figli. Problemi economici zero e grande attenzione al futuro. I figli studiano con profitto. Tutti, con la limitazione del tempo a disposizione, fanno sport. Lei aiuta, dice poco per quello che si dovrebbe, in parrocchia; mentre lui oberato da impegni va solo a messa la domenica con lei.
Per entrare in discorsi più intimi, lei appare più disponibile e fiduciosa verso gli altri mentre lui è molto attento e sospettoso.
Nel sesso non sono degli affamati; tra una battuta e l’altra ha scoperto che lo fanno quelle due /tre volte al mese. Lei non è protetta da pillola od altro quindi stanno molto attenti. Due figli sono abbastanza.
L’ intervallo di pranzo di Francesca durante le giornate lavorative dura circa un ora ,potrebbe fare di più. Non è legata a “ timbrature”, ma avendo poco da fare dopo aver velocemente fatto uno spuntino ed aver guardato qualche vetrina torna in ufficio. Mangia spesso da sola ,non con i colleghi ,non perché siano antipatici anzi….ma ciò le permette si staccare per un po’ di tempo dal lavoro per rilassarsi ed essere più efficiente.
Il marito operando in periferia ed essendo” pieno” di lavoro non viene quasi mai in centro. Nel caso l’avvisa e pranzano insieme.
Queste sono le premesse ed adesso la story.
Beppe è un vecchio lettore dei racconti di Milu, che segue di nascosto dalla moglie da numerosi anni.
Dice di non avere la verve dello scrittore e quindi preferisce leggere. Ha letto molti piacevoli ,piccanti racconti, veri o falsi che siano, e da una fantasia è giunta la story.
In un racconto si faceva riferimento al sito “ la moglie offerta”. Preso da curiosità è andato sul sito dove ci sono brevi racconti di esperienze di vita vissuta da coppie con lui cuckold. Lui o lei che raccontano la loro esperienza nel rapporto con un terzo che si sostituisce al marito quasi sempre consapevole e consenziente. Alcune volte il marito è partecipante, spesso solo osservatore.
Nel sito vi sono bull(vengono chiamati così) che si offrono per deliziare coppie alla ricerca del terzo.
Illustrano e spesso mostrano il loro fisico, o una parte di esso(immaginate quale?) e le loro capacità amatorie.
Nella lettura sorridente delle “ offerte” fu colpito dall’inserzione di un bull. Non magnificava il suo corpo, forse lo dava per scontato, ma i suoi successi.
Diceva di avere quasi cinquanta anni e che negli ultimi quindici anni aveva reso felici centinaia di coppie ed in particolare le dolci metà. Viveva nel centro di Milano ed era un benestante single.
Scatto nella mente di Beppe una fantasia.
Dove non ho potuto io ,potrebbe un altro?
Sono davvero Francesco e Gianni una perfetta coppia?
Via email contattò il bull, che si rivelò con il nome di Maurizio. Dopo i primi contatti ed aver verificato alcuni elementi aveva scoperto che: era laureato, ricco di famiglia( viveva di rendita) , cinquanta anni, interessato solo a coppie belle. Aveva numerosi interessi ,pareva intelligente ed a modo (una persona riservata).
Rischiò proponendogli una specie di scommessa. Solleticò il suo orgoglio.
In sintesi: troppo comodo fare sesso con belle signore con il consenso del marito. Gli propose di fornirgli il nominativo e poche altre informazioni di una bellissima donna sposata ed avrebbe scommesso che non sarebbe mai riuscito a portarla nel suo letto.
Per farla breve ,dopo uno scambio di email, il bull gli disse che non solo l’avrebbe portata a letto ,ma l’avrebbe svezzata al gioco del sesso (se già non lo fosse).
In gioco cinquemila euro .
Era una scommessa a lungo termine. Termine ultimo un anno dal giorno della scommessa. In palio cinquemila euro per il vincente. Tutto sul reciproco onore.
Beppe gli fornì unicamente il nome e cognome di Francesca e la banca dove lavorava.
Cosa ne dite della premessa e cosa vi aspettate?.

Questo racconto è stato letto 298 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!