Sfondato




Fin da ragazzino ho goduto nell’infilarmi oggetti – dapprima piccoli, poi sempre più grandi – nel retto. Non ricordo come ho cominciato… nessuno mi ha spinto in quella direzione, ma fatto sta che se non avevo qualcosa nel culetto, anche i seghini che mi facevo erano meno soddisfacenti.
Una volta – avevo 14 anni – vidi nel bidone del vetro una bottiglia vuota del limoncino… Appena la vidi me ne innamorai letteralmente. Aveva la forma irregolare, come se fosse formata da tante palline una sopra l’altra. Il diametro era di circa 4 centimetri. Decisi che quella cosa sarebbe entrata nel mio ano.
La presi di nascosto da mamma e la portai di corsa in bagno. La lavai con gesti teneri mentre il mio cazzo diventava rabbiosamente duro. Una volta asciugata, provai ad infilarmela in bocca ma era troppo grossa… Fino ad allora, tutto quello che era entrato nel mio sfintere era prima passato dalla bocca. Sarebbe stato l’oggetto più grande a passare di lì, contromano.
Nascosi la bottiglia e aspettai con impazienza l’occasione propizia. Ogni tanto la tiravo fuori e me la strusciavo tra le chiappe, eccitandomi a bestia.
L’occasione buona venne per merito di un brutto voto. Avevo scazzato completamente il tema di italiano, così i miei decisero di punirmi lasciandomi a casa una domenica, mentre loro e mia sorella sarebbero andati a gardaland.
Feci fatica a non mettermi a saltare di gioia. Riuscii a fingere una discreta tristezza ed arrivai anche ad arrabbiarmi.
Feci una scenata e mi chiusi in camera.
Loro uscirono dopo un tempo che mi sembrò infinito ed io mi preparai per il grande evento… Aspettai un’ora, nel caso in cui fossero tornati perchè si erano scordati qualcosa, poi agii. Chiusi la porta d’ingresso a chiave avendo cura di lasciarla nella toppa, poi corsi in bagno e mi spogliai nudo. Adoravo anche girare nudo, ma di questo parlerò nella pagina dedicata all’esibizionismo…
Beh, smontai la testa del doccino e cosparsi il tubo con della crema alla glicerina, per rendere più agevole l’inserimento. Mi misi il tubo della doccia nel culetto e aprii il rubinetto, sentendo l’acqua che mi invadeva l’intestino. Quando fui pieno da scoppiare, estrassi piano il tubo e corsi al water, svuotando del tutto l’intestino. Poi presi finalmente la mia bottiglia adorata e la cosparsi abbondantemente con la crema alla glicerina… Mi misi nella vasca da bagno, appoggiai la bottiglia dalla parte del tappo al fondo antiscivolo e mi ci misi sopra, a cavalcioni. Puntai il fondo della bottiglia contro il mio ano e mi lasciai cadere. Ero abbastanza allenato, ma quell’oggetto era davvero grosso rispetto a quelli ai quali ero abituato, quindi feci molta fatica a farlo entrare di quel tanto che bastava per ritenermi soddisfatto. Mentre entrava, sentivo i muscoli che si dilatavano e si stringevano in concomitanza con le sporgenze e le rientranze della bottiglia. Intanto, il cazzo era così duro che faceva male.
Mi misi in ginocchio e facendo passare una mano tra le gambe, cominciai a fare avanti e indietro con la bottiglia, mentre con l’altra mano mi segavo. Ogni tanto mi dovevo fermare per evitare di sborrare troppo presto. Volevo far durare quell’esperienza il più possibile. Alla fine mi spinsi all’indietro per far penetrare il più possibile la bottiglia e in quella posizione feci quella che credo fu la sborrata più lunga della mia vita… Rimasi tremante per l’eccitazione e quando questa sparì, ebbi la piena consapevolezza dell’invadenza di quel coso nel mio intestino. Estrassi la bottiglia, gustandomi il risucchio che faceva mentre usciva dalle mie viscere. Da allora cominciai a fare collezione di bottiglie o altri oggetti che potevano servire a quello scopo. Negli anni ho fatto da fodero a oggetti di tutti i generi, ma quella bottiglia ha segnato una svolta nella mia vita e la tengo ancora con me… Ora è atta all’uso per cui era stata creata – contenere liquori – e tutte le volte che qualche ospite la impugna per versarne il contenuto sorrido pensando a cosa direbbe se sapesse dove è stata quella bottiglia!

Questo racconto di Geronimo
è stato letto

1
4
8
3

volte

Questo racconto è stato letto 483 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!

 

Ricerche Frequenti: