Racconti erotici: scopata in due a casa di amici

scopata-con-troiona-gif-animata-sexy.gif



Una sera, a casa di amici, ci scopammo in due una bella troiona dai capelli rossi. Ecco il racconto sexy

scopata con troiona gif animata sexy

scopata con troiona gif animata sexy

Ero a casa di amici, quel sabato sera le indecisioni continue di Massimo, il mio migliore amico, sul cosa fare e non fare, ci avevano portato da Andrea, un nostro amico dell’infanzia che aveva organizzato una sorta di festa improvvisata, un motivo per fare casino e avere tante belle ragazze per casa.
C’erano una ventina di persone, alcune le conoscevo, altre no, la serata procedeva tranquilla tra una bevuta e una chiacchiera, quando notai una ragazza che non avevo ancora visto quella sera, forse era arrivata da poco.

Aveva dei capelli ricci rossi, occhi verdi, delle curve mozzafiato, indossava un vestito che lasciava poco spazio alla fantasia, aveva una scollatura pazzesca e delle labbra rosse fuoco, il solo vederla mi provocò una forte eccitazione.

Ma non ero stata l’unico a notarla, dopo qualche secondo si avvicinò Massimo che mi chiese se avessi notato la tipa, annuì e un pensiero mi attraversò la mente: dovevo scoparmela.

A quanto pare anche il mio amico ebbe lo stesso pensiero e a quel punto come facevamo in questi casi, risolvevamo in due modi: facevamo scegliere alla ragazza oppure ce la scopavamo insieme.

Ci avvicinammo con una scusa e un drink in mano anche per lei, ci presentammo, scoprimmo che il suo nome era Francesca, parlammo per qualche minuto, più che altro la inondammo di complimenti per farle capire le nostre intenzioni, lei sembrava starci.

Ci accordammo per salire al piano di sopra, noi conoscevamo bene quella casa, andammo a passo svelto e sicuro verso la camera da letto, chiudemmo la porta a chiave ed io e Massimo ci scambiammo un’occhiata complice.

Francesca non sembrava affatto imbarazzata, non doveva essere la prima volta che si ritrovava in una situazione del genere, ci ordinò di abbassare la zip dei pantaloni e tirare fuori il nostro cazzo che era già abbastanza duro, il solo pensiero di scopare quella rossa ci aveva mandato su di giri.

Si avvicinò a noi, si inginocchiò ed iniziò a succhiarceli, leccava avidamente le nostre cappelle, prima separatamente e poi insieme, riusciva a far entrare nella sua bocca entrambi i membri, si faceva scopare la bocca con estrema facilità e sembrava piacerle da matti.

Avevamo il cazzo completamente duro e il mio unico desiderio era penetrarla fino a farle male, così la feci alzare e stendere sul letto, la spogliai e ci spogliammo, presi il suo seno, leccai i capezzoli duri, mentre Massimo le apriva le gambe e le leccava il clitoride.

Iniziò a gemere e ad ansimare, prese il mio cazzo in mano e iniziò a masturbarmi, poi lo strinse e se lo mise in bocca, io mi mossi dando piccoli colpi, il calore della sua bocca intorno alla mia pelle mi fece eccitare ancora di più.

Massimo finì il suo lavoro di lingua, così mi stesi e la invitai a sedersi su di me, mi prese il membro e se lo infilò lentamente dentro fino in fondo, iniziò a muoversi su e giù, la sentivo godere, si muoveva alternando movimenti lenti a veloci.

Il mio amico intanto si era messo in piedi sul letto e infilava il suo cazzo nella bocca di Francesca, se lo fece succhiare un altro po’, poi si posizionò alle spalle e la penetrò da dietro, entrando lentamente nel suo culo.

Entrambi eravamo al limite, davamo spinte veloci alternate ad altre più decise, ci stavamo dando dentro di brutto, presi il seno e glie lo strinsi e lo portai alla mia bocca per succhiarle ancora i capezzoli.

Io e Massimo ci scambiammo un’occhiata, eravamo molti vicini a venire e volevamo lasciare il nostro segno su quella bellissima ragazza, così ci liberammo, la facemmo stendere nuovamente, ci mettemmo rispettivamente alla sua destra e alla sua sinistra, prese i nostri membri in mano e ci segò fino a farci venire, le schizzammo addosso, sul seno e sulla bocca.


Leccò tutto, spalmò i nostri liquidi sulla pelle. Baciò le nostre aste e si rivestì. Noi eravamo ancora stravolti, stesi sul letto, quando lei ci salutò con un sorriso, chiudendosi la porta alle spalle.

GD Star Rating
loading…

Ti e’ piaciuto l’articolo? Aspetta, non andar via!
Leggi anche:

Questo racconto è stato letto 687 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!

 

Ricerche Frequenti: