Prima volta al privé




Quella che voglio raccontarvi è la prima volta di me e mia moglie in un club privé. Inizio con il presentarmi, sono Luca, ho 39 anni e sono sposato da 8 con Daniela, una bella donna di 35 anni, non molto alta ma con tutte le curve al posto giusto e un paio di tette esplosive che sa far risaltare all’occorrenza. Erano anni che sognavo di andare con mia moglie in un club prive’ ma non avrei mai pensato di riuscire a convincerla, anche perché è sempre stata abbastanza timida per quel che riguarda il mostrarsi in pubblico e a volte bisognava supplicarla anche per un semplice topless in spiagge deserte. Il percorso per convincerla è stato lungo’ ma divertente ed è iniziato con l’organizzare qualche cena a casa nostra con una coppia di amici, Leo e Silvia. Per ravvivare le serate io e Leo abbiamo convinto le nostre mogli ad indossare abiti sempre più sexy con autoreggenti spesso in vista e intimo praticamente inesistente. Nonostante le lamentele delle prime volte Daniela e Silvia non hanno perso occasione per stupirci . Vedere Paola vestita in quel modo mi eccitava incredibilmente e tutte le scuse erano buone per organizzare cene o grigliate per poterla ammirare. dopo aver superato l’imbarazzo iniziale dovuto alla presenza di Leo e Silvia, Daniela ha iniziato ad indossare abiti sempre più corti che a malapena riuscivano a coprirle il culo e scollature sempre più profonde da dove si intravedevano le sue splendide tette che non lasciavano me e Leo indifferenti. Proprio durante una cena cena decidemmo di andare nelle settimane successive in occasione del mio compleanno a visitare uno di questi club. Arrivato finalmente il fatidico giorno e nonostante tutte le paure dei e titubanze dei giorni passati vedo Daniela andare in camera da letto a prepararsi, per uscirne all’arrivo dei nostri amici con un abito nero in pelle, trasparente all’altezza delle tette e lungo appena fino al bordo delle autoreggenti e per finire delle scarpe con tacco 12cm. Un vero spettacolo. Nonostante la serata fosse ancora lunga non vedevo l’ora di arrivare e vedere cosa potesse succedere. Varcata la porta e fatta la tessera d’iscrizione siamo finalmente entrati nel club. L’ambiente bello e raffinato poteva sembrare una qualsiasi discoteca ma guardando meglio si potevano vedere diverse porte che sicuramente conducevano in altre stanze. Dopo aver bevuto qualcosa, spinti dalla curiosità decidemmo di fare un giro e vedere dove conducevano quelle porte e presa Daniela per mano entrammo in una stanza completamente buia con un grosso letto appoggiato a una parete e solo una tendina ci separava da un’altra stanza dove nel frattempo si erano sistemati Leo e Silvia. Preso dall’eccitazione inizia a baciare Daniela alzandogli il vestito e palpandole il culo per poi mettere una mano tra le gambe e scoprire che non indossava mutandine e che la sua figa completamente depilata era un lago. Senza farselo ripetere due volte Daniela tiro fuori il mio uccello già duro e inizio a succhiarlo. Poche volte avevo visto mia moglie cosí eccitata, ma purtroppo tutto fini’ quando si accorse che eravamo circondati da diversi uomini accorsi a vedere la scena. Dopo essersi ricomposta bevemmo ancora qualcosa (a volte l’alcool fa miracoli) e dopo essere rimasti sui divanetti a limonare come due adolescenti mentre la palpavo in continuazione mi propose di andare a fare un’altro giro, questa volta in un’altra stanza molto più piccola riservata alle coppie e anch’essa chiusa solamente con una tendina. Non feci nemmeno in tempo ad entrare che Daniela aveva già messo le mani sul mio cazzo e ricomincio’ il lavoretto interrotto poco prima, ingoiando tutta la mia asta con avidità. In un momento le tolsi il vestito liberando le sue tette e lasciandola in autoreggenti e tacchi, facendo ben in modo che dalla tenda tutti potessero vederla. Ormai era era partita e l’eccitazione era talmente alta che sicuramente non si sarebbe più fermata e dopo averla messa sul letto a gambe aperte x leccarle la figa grondante di umori prese il mio cazzo tra le mani, mi fece sedere ed inizio’ a cavalcarmi sempre più velocemente mentre io succhiavo i suoi grossi capezzoli e con le mani allargavo il suo culo in modo osceno. nemmeno l’arrivo di un uomo di mezza età e di una coppia con la lei desiderosa di unirsi ai giochi riuscirono a fermarla finche non esplose in un fantastico orgasmo ed io venni dentro di lei. Tornammo a casa esausti ma felici ed anche nei giorni successivi mentre facevamo l’amore continuavamo a pensare alla magnifica serata passata, riuscendo persino a far confessare a Daniela che avrebbe goduto ancora di più se qualche spettatore si fosse fatto avanti a toccarle le tette o il culo mentre scopavamo. Finalmente il lato esibizionista di mia moglie è uscito allo scoperto e spero di ripetere la serata al più presto. L’idea di vederla giocare con un’alta donna o alle prese con altri uomini che la desiderano mi fa eccitare da matti, ma questa è un’altra fanasia…

Questo racconto di Viper76
è stato letto

2
5
0
5

volte

Questo racconto è stato letto 18415 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!

 

Ricerche Frequenti: