Pompino in diretta




Mentre scrivo la mia ragazza mi sta facendo un pompino, vi piace l’idea vero? La verità è che a noi piace fare sesso, forse ne siamo dipendenti, ogni momento libero della giornata è ottimo per una sega, un pompino o una bella sveltina.

È capitato che ci dessimo appuntamento nella pausa da lavoro per chiuderci nel bagno di un ristorante o un bar e scopare velocemente, il tempo di entrare e chiudere la porta, lei è già con il mio cazzo in bocca a spompinarmi.

Adesso me lo sta prendendo in bocca fino in fondo, sta in ginocchio sotto la scrivania, poco fa si è affacciato mio padre dalla porta, non ha notato la situazione, pensa che lei sia in bagno, mi ha detto delle cose e la fatica nel rispondere è stata pazzesca.

Mi sono dovuto trattenere nel gemere, mi ha succhiato le palle proprio quando dovevo rispondere, lui mi ha trovato un po’ strano ma sono riuscito a essere composto ed è andato via.

Meno male che ho scelto io di acquistare di una scrivania completamente chiusa e ancor meglio il mio volerla mettere rivolta verso la porta in modo da poter vedere in ogni momento chi entra senza trovarmi sorprese.

La mia ragazza ama le situazioni estreme, la eccita il pensiero di poter essere scoperta mentre mi sta facendo un pompino, tante volte è successo anche con mia madre, lei mi stava davanti alla scrivania e mi parlava e intanto lei succhiava e leccava la cappella, mi faceva godere segandomi ed io impassibile rispondevo alle domande di mamma.

Una volta sono venuto mentre lei era davanti a me, non potete capire come è stato assurdo esplodere e schizzare sperma nella totale immobilità, mi sono tenuto con le mani sui braccioli della sedia e ho cercato di essere il più serio possibile.

Lei intanto leccava e ingoiava lo sperma, le piaceva proprio sentirlo sulla lingua, avevo trovato un gran porca.

Una volta sono stato io a mettermi sotto la scrivania e a leccarle la figa, eravamo da soli a casa, ma mi piaceva comunque la situazione, il bello è che poi arrivò mia madre, era più difficile non farsi scoprire, ma fortunatamente la mia ragazza ebbe i riflessi pronti e si buttò addosso un plaid che aveva vicino.

Quando mia madre arrivò si giustificò dicendo che aveva freddo, intanto io continuavo a leccargliela e la portai all’orgasmo, fui sorpreso di come invece lei non si scompose per nulla, venne in silenzio.

Adesso ha iniziato a pompare più forte, lo prende in bocca sempre più velocemente, in alcune spinte mi sembra di sfondargli la gola, ha sempre amato sentirsi piena di me.

In un’altra occasione mi mandò un sms dicendomi di andare da lei al lavoro, aveva mezz’ora di pausa, mi fece entrare nel suo studio e senza chiudere la porta a chiave mi ordinò di scoparla sulla scrivania.

Si mise a gambe aperte e scostò le mutandine, ci misi poco a eccitarmi, lo tirai fuori, mi fece una veloce sega e poi glielo misi dentro fino n fondo, l’ho scopata li per diversi minuti, lei urlava di piacere e non si preoccupava ne di farsi sentire e ne del se poteva essere scoperta.

Quel suo fregarsene mi fece eccitare sempre di più, avevo le palle piene di sperma che le riversai tutto sulla figa, lei ne raccolse un po’ con le dita e lo leccò via.

Per fortuna non entrò nessuno ma il pericolo fu bello alto, ciò nonostante volle rifarlo il giorno dopo sempre con la porta aperta ma ce la scampammo di nuovo.

Insomma, una di quelle donne rare, quelle insaziabili e instancabili, che vogliono il cazzo e lo usano come strumento estremo del loro piacere e basta, a volte ho avuto il dubbio che le importasse del mio piacere, perché ci sono state occasioni in cui raggiungeva l’orgasmo e poi mi lasciava appeso.

A volte credo lo abbia fatto apposta per farmi eccitare ancora di più e poi farsi scopare violentemente, vi assicuro che se non mi faceva venire, appena avevamo l’occasione la prendevo e la scopavo così forte e così a lungo che mi chiedeva di smettere perché le faceva male la figa.

Non mi piace rimanere appeso e sembra proprio che questa sia la sua intenzione adesso, mi sta portando al limite, lo ha fatto due volte e si è fermata, sento le palle esplodere, ho bisogno di riversare il contenuto sulla sua lingua.

Mentre vi scrivo l’ho presa per i capelli con la mano sinistra, la sto obbligando a tenerlo in bocca e a muovere la testa velocemente, devo scoppiare dentro la sua bocca.

Lei non si ferma più, probabilmente ha capito che non ho intenzione di rimanere appeso questa volta, adesso lo ha preso in mano e lo sta segando mentre succhia la cappella, sta continuando.

Ecco che sono venuto, le sono venuto in bocca, una sborrata pazzesca che sta raccogliendo e ingoiando. Dio che pompino, vi assicuro che è davvero una grandissima troietta esperta, mi piace troppo quando si comporta così, quando non glie ne frega niente di nessuno e si prende quello che vuole e in questo momento voleva portarmi al limite e farmi godere e ci è riuscita.

Ha visto che sto scrivendo di lei e mi ha detto che sono un porco e che la prossima volta sarà lei a raccontarvi mentre sono tra le sue gambe e la faccio godere, e vi assicuro che se ha deciso così, sarà così.

Voto:
(No Ratings Yet)

letto: 2.099 views

Questo racconto è stato letto 446 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!

 

Ricerche Frequenti: