Patrizia gran puttana




Con questa troia scordatevi scambi di coppie, gang o altre promiscuità ! Almeno così vi direbbe lei!
Tanto è puttana quanto è ipocrita e falsa. Di una cosa potete però stare certi. Se andate insieme a lei le corna sono assicurate !!!
Si chiama Patrizia !
Io avevo 17 anni ed ero innamoratissimo di Patrizia. Lei 15 e all’inizio forse anche lei. Almeno finchè non ha provato il cazzo. Lei era vergine e mi chiese di sverginarla e io lo feci a casa sua. Si vedeva che le piaceva da impazzire da subito. Si dimenava e le si giravano gli occhi nelle orbite.
Fu con mio stupore che dopo poche settimane mi chiese se volevo sverginarla anche di culo!
Appena glielo misi dietro cacciò un urlo pazzesco di dolore. Io mi spaventai e chiesi se dovevo toglierlo. Lei continuando ad urlare mi disse di no!!!
Nonostante questo continuò a chiedermi di incularla e arrivò adirmi che le piaceva sentire anche u po’ di male.
Io non capii e forse perchè innamorato ogni volta che la inculavo facevo attenzione a non farle male. Lei cominciò ad incitarmi a darci dentro ma io non capivo.
Poi smise di farlo.
Nel frattempo il suo culo diventava sempre più largo e pensavo di essere io a renderglielo così.
Invece si faceva inculare dagli altri le mie corna crescevano.
Ero talmente cornuto e tonto che una volta mentre la inculavo mi chiamò Luca (io mi chiamo Paolo!!!).
Poi quando oramaiil suo culo era sfondato ( io sono normodotato) e dopo due anni di corna scoprii il tutto.
Avvenne così. Lei quando veniva inculata gemeva facendo : “ uuuuhhhh……uuuuuhhhh……..uuuuuuuhhhhh” intervallato da dei bei “ edddaii inculami…inculami…inculami”.
Il nostro paese è abbastanza grande e io frequentavo un bar dove transitava anche un certo Tonino detto la Bestia! Per i suoi modi da delinquente, per la sua fame di culi di donne e per il cazzo enorme soprattutto in grossezza!! Questo si vantava di aver inculato decine di donne.
Un giorno transitò dall’altro lato della strada Patrizia. Io stavo per chiamarla quando Tonino insieme ai suoi amici disse: “guardatela la rotta in culo!!…….uuuuuuhhhhh…….uuuuuuuhhhh…..uuuuuuhhhh”.
Se l’era inculata pure lui!!
Era lei la troia che aspettava la sera che se ne andasse il suo ragazzo (cioè io!!) per farsi inculare sul cofano dell’auto da Tonino e dai suoi scagnozzi.
Io non ero ancora pago delle corna che oramai sentivo spuntarmi sulla mia testa. O forse mi piaceva troppo scoparmela e incularmela a volontà.
Nel frattempo il suo culo, seppur avesse solo 16 anni era quello di una battona da strada.
Un giorno incominciai a notare dei cambiamenti di atteggiamento nei miei confronti, nel senso che la sua disponibilità a farsi mettere le mani addosso veniva sempre meno, lasciandomi così nel bel mezzo dell’eccitazione.
Fu in uno di quei giorni che insegnò, quello che avrei capito solo successivamente, sarebbe stata una sua messa in scena.
La vacca aveva provato cosa volesse dire prendere parecchi cazzi tutti insieme e ci teneva da impazzire a farmelo sapere! Cosa di meglio, quindi, di farmi credere che fosse stata stuprata?
Le mani che coprivano il viso, la voce male soffocata da presunti singhiozzi e iniziò a descrivermi quello che le sarebbe successo qualche giorno prima.
Ora non riesco neanche più a sentirmi le mani addosso…erano in cinque…affamati di sesso…porci e maiali e dotati i porci pure dotati erano…appena hanno scoperto che non ero vergine di dietro si sono accaniti sul mio…come bestie, mi hanno sodomizzata tutti e cinque come animali…no erano mai sazi…e poi mi hanno fatto fare cose che non avrei mai pensato di fare…
Io, da buon cornuto, non avevo capito il suo fine e la stavo quasi per implorare di smettere, che avevo capito il senso e non sarebbe servito andare oltre con i particolari.
Ma lei imperterrita continuò.
E mi hanno riempita tutti insieme…e ne avevo uno davanti e uno dietro e uno in bocca…e mi hanno ordinato che la mia bocca faceva da preservativo…in bocca mi sono venuti e mi hanno obbligata a bere tutto…e non finivano mai….erano come dei tori instancabili …e ancora mi cercavano il culo…e poi mi hanno inculata e inculata e inculata ancora!!!
Ancora un po’ ed ero io a piangere dalla disperazione!
Dopo quell’episodio mi dissanguai e le feci un costoso regalo che le servisse a dimenticare una simile esperienza!
Non so quante altre corna mi fece la troia nel periodo che rimasi insieme a lei. Fu una sua cugina (che ovviamente aveva in profonda antipatia la mia fidanzata) ad aprirmi gli occhi e a farmi capire come stettero le cose in realtà.
Ora ha 50 anni. E’ ancora una bella donna e soprattutto non è cambiata molto anzi è diventata , ammesso che fosse possibile, ancora più troia!
Ho avuto modo di rivederla dopo circa una ventina di anni che non ci vedevamo. Mi invitò a cena a casa sua per la sera stessa e fu lei stessa a cacciarmi la lingua in bocca. Inutile die che poco dopo era messa alla pecorina sulla poltrona del salotto.
La pompavo da porco scopandola di figa. Non durò molto e come ai bei tempi andati fu lei fu lei stessa a proferire queste parole.
Finchè parve che niente fosse cambiato in tutti quei anni e infatti la frase arrivò perentoria:
“ UUUHHH…….UUUUUHHH….INCULAMI, DAI INCULAMI”.- disse la puttana. Esattamente come tanto tempo prima!
Che eccitazione quando glielo schiaffai in culo. Ora era un culo caverna con tutti i cazzoni che si era presa in questi anni !!
E così andò. La presi nel modo più animalesco possibile e lei apprezzò parecchio.
Finito il sesso le chiesi se avesse un compagno (argomento che prima di allora non avevo volutamente affrontato) e lei mi disse di no. Sono libera mi disse.
Passato un altro anno e nel frattempo diventata amica di Facebook ci incontrammo per un aperitivo. Io con Marta e lei insieme al suo nuovo compagno. Lui parecchio noioso e pedante e non aveva certo l’aria dello scopatore folle.
Pum. Una frase mi colpisce!!
-Tra poco sono due anni che siamo insieme!- dice lui.
Io la osservo, lei abbassa leggermente lo sguardo e fa un lieve sorriso.
Io ho una erezione dall’eccitazione: quando la inculai un anno prima lei era insieme al cornuto, e lui non sapeva!! Ora toccava a lui esserlo, dopo tanti altri!
Ma non mi bastava. Volevo stuzzicarla.
Mentre il cornuto conversava con Marta io le inviai un sms.
-Mi piacerebbe rincularti! Troia!!!.-
Lei appena lo lesse mi guardò di sbieco. Indurì lo sguardo e mi rispose:
-E se Marta che è qui sapesse della tua proposta?-
Intanto Marta e il cornutone continuavano la conversazione. Chi oramai si insospettisce più se si risponde ai messaggi?
Al che ebbi un colpo di piccolo genio.
Le inviai una foto di Marta mentre era piena di cazzi, commentandola nel seguente modo:
-Ti sembra che possa scandalizzarsi una troia (come te d’altronde!!) simile???-
Che soddisfazione !! La prima volta che il suo viso sempre sicuro di se ed arrogante aveva cambiato espressione! Quasi quasi impallidì!!!
Io ebbi il buon gusto di non insistere e la serata finì da lì a poco.
Il giorno dopo un suo messaggio.
“Dopodomani sono libera, se vieni a casa mia”.
Arrivai alle 21. Alle 21,20 lei era alla pecorina e….poco dopo quella frase :
-UUUUHHHH….UUUUUHHHH….INCULAMI , DAI INCULAMIIII !!.-

Vi intrigherebbe vederla ? Solo una foto formato tessera non chiedete di più…in tal caso mail :speakbehin@libero.it

Con questa troia scordatevi scambi di coppie, gang o altre promiscuità ! Almeno così vi direbbe lei!
Tanto è puttana quanto è ipocrita e falsa. Di una cosa potete però stare certi. Se andate insieme a lei le corna sono assicurate !!!
Si chiama Patrizia !
Io avevo 17 anni ed ero innamoratissimo di Patrizia. Lei 15 e all’inizio forse anche lei. Almeno finchè non ha provato il cazzo. Lei era vergine e mi chiese di sverginarla e io lo feci a casa sua. Si vedeva che le piaceva da impazzire da subito. Si dimenava e le si giravano gli occhi nelle orbite.
Fu con mio stupore che dopo poche settimane mi chiese se volevo sverginarla anche di culo!
Appena glielo misi dietro cacciò un urlo pazzesco di dolore. Io mi spaventai e chiesi se dovevo toglierlo. Lei continuando ad urlare mi disse di no!!!
Nonostante questo continuò a chiedermi di incularla e arrivò adirmi che le piaceva sentire anche u po’ di male.
Io non capii e forse perchè innamorato ogni volta che la inculavo facevo attenzione a non farle male. Lei cominciò ad incitarmi a darci dentro ma io non capivo.
Poi smise di farlo.
Nel frattempo il suo culo diventava sempre più largo e pensavo di essere io a renderglielo così.
Invece si faceva inculare dagli altri le mie corna crescevano.
Ero talmente cornuto e tonto che una volta mentre la inculavo mi chiamò Luca (io mi chiamo Paolo!!!).
Poi quando oramaiil suo culo era sfondato ( io sono normodotato) e dopo due anni di corna scoprii il tutto.
Avvenne così. Lei quando veniva inculata gemeva facendo : “ uuuuhhhh……uuuuuhhhh……..uuuuuuuhhhhh” intervallato da dei bei “ edddaii inculami…inculami…inculami”.
Il nostro paese è abbastanza grande e io frequentavo un bar dove transitava anche un certo Tonino detto la Bestia! Per i suoi modi da delinquente, per la sua fame di culi di donne e per il cazzo enorme soprattutto in grossezza!! Questo si vantava di aver inculato decine di donne.
Un giorno transitò dall’altro lato della strada Patrizia. Io stavo per chiamarla quando Tonino insieme ai suoi amici disse: “guardatela la rotta in culo!!…….uuuuuuhhhhh…….uuuuuuuhhhh…..uuuuuuhhhh”.
Se l’era inculata pure lui!!
Era lei la troia che aspettava la sera che se ne andasse il suo ragazzo (cioè io!!) per farsi inculare sul cofano dell’auto da Tonino e dai suoi scagnozzi.
Io non ero ancora pago delle corna che oramai sentivo spuntarmi sulla mia testa. O forse mi piaceva troppo scoparmela e incularmela a volontà.
Nel frattempo il suo culo, seppur avesse solo 16 anni era quello di una battona da strada.
Un giorno incominciai a notare dei cambiamenti di atteggiamento nei miei confronti, nel senso che la sua disponibilità a farsi mettere le mani addosso veniva sempre meno, lasciandomi così nel bel mezzo dell’eccitazione.
Fu in uno di quei giorni che insegnò, quello che avrei capito solo successivamente, sarebbe stata una sua messa in scena.
La vacca aveva provato cosa volesse dire prendere parecchi cazzi tutti insieme e ci teneva da impazzire a farmelo sapere! Cosa di meglio, quindi, di farmi credere che fosse stata stuprata?
Le mani che coprivano il viso, la voce male soffocata da presunti singhiozzi e iniziò a descrivermi quello che le sarebbe successo qualche giorno prima.
Ora non riesco neanche più a sentirmi le mani addosso…erano in cinque…affamati di sesso…porci e maiali e dotati i porci pure dotati erano…appena hanno scoperto che non ero vergine di dietro si sono accaniti sul mio…come bestie, mi hanno sodomizzata tutti e cinque come animali…no erano mai sazi…e poi mi hanno fatto fare cose che non avrei mai pensato di fare…
Io, da buon cornuto, non avevo capito il suo fine e la stavo quasi per implorare di smettere, che avevo capito il senso e non sarebbe servito andare oltre con i particolari.
Ma lei imperterrita continuò.
E mi hanno riempita tutti insieme…e ne avevo uno davanti e uno dietro e uno in bocca…e mi hanno ordinato che la mia bocca faceva da preservativo…in bocca mi sono venuti e mi hanno obbligata a bere tutto…e non finivano mai….erano come dei tori instancabili …e ancora mi cercavano il culo…e poi mi hanno inculata e inculata e inculata ancora!!!
Ancora un po’ ed ero io a piangere dalla disperazione!
Dopo quell’episodio mi dissanguai e le feci un costoso regalo che le servisse a dimenticare una simile esperienza!
Non so quante altre corna mi fece la troia nel periodo che rimasi insieme a lei. Fu una sua cugina (che ovviamente aveva in profonda antipatia la mia fidanzata) ad aprirmi gli occhi e a farmi capire come stettero le cose in realtà.
Ora ha 50 anni. E’ ancora una bella donna e soprattutto non è cambiata molto anzi è diventata , ammesso che fosse possibile, ancora più troia!
Ho avuto modo di rivederla dopo circa una ventina di anni che non ci vedevamo. Mi invitò a cena a casa sua per la sera stessa e fu lei stessa a cacciarmi la lingua in bocca. Inutile die che poco dopo era messa alla pecorina sulla poltrona del salotto.
La pompavo da porco scopandola di figa. Non durò molto e come ai bei tempi andati fu lei fu lei stessa a proferire queste parole.
Finchè parve che niente fosse cambiato in tutti quei anni e infatti la frase arrivò perentoria:
“ UUUHHH…….UUUUUHHH….INCULAMI, DAI INCULAMI”.- disse la puttana. Esattamente come tanto tempo prima!
Che eccitazione quando glielo schiaffai in culo. Ora era un culo caverna con tutti i cazzoni che si era presa in questi anni !!
E così andò. La presi nel modo più animalesco possibile e lei apprezzò parecchio.
Finito il sesso le chiesi se avesse un compagno (argomento che prima di allora non avevo volutamente affrontato) e lei mi disse di no. Sono libera mi disse.
Passato un altro anno e nel frattempo diventata amica di Facebook ci incontrammo per un aperitivo. Io con Marta e lei insieme al suo nuovo compagno. Lui parecchio noioso e pedante e non aveva certo l’aria dello scopatore folle.
Pum. Una frase mi colpisce!!
-Tra poco sono due anni che siamo insieme!- dice lui.
Io la osservo, lei abbassa leggermente lo sguardo e fa un lieve sorriso.
Io ho una erezione dall’eccitazione: quando la inculai un anno prima lei era insieme al cornuto, e lui non sapeva!! Ora toccava a lui esserlo, dopo tanti altri!
Ma non mi bastava. Volevo stuzzicarla.
Mentre il cornuto conversava con Marta io le inviai un sms.
-Mi piacerebbe rincularti! Troia!!!.-
Lei appena lo lesse mi guardò di sbieco. Indurì lo sguardo e mi rispose:
-E se Marta che è qui sapesse della tua proposta?-
Intanto Marta e il cornutone continuavano la conversazione. Chi oramai si insospettisce più se si risponde ai messaggi?
Al che ebbi un colpo di piccolo genio.
Le inviai una foto di Marta mentre era piena di cazzi, commentandola nel seguente modo:
-Ti sembra che possa scandalizzarsi una troia (come te d’altronde!!) simile???-
Che soddisfazione !! La prima volta che il suo viso sempre sicuro di se ed arrogante aveva cambiato espressione! Quasi quasi impallidì!!!
Io ebbi il buon gusto di non insistere e la serata finì da lì a poco.
Il giorno dopo un suo messaggio.
“Dopodomani sono libera, se vieni a casa mia”.
Arrivai alle 21. Alle 21,20 lei era alla pecorina e….poco dopo quella frase :
-UUUUHHHH….UUUUUHHHH….INCULAMI , DAI INCULAMIIII !!.-

Vi intrigherebbe vederla ? Solo una foto formato tessera non chiedete di più…in tal caso mail :speakbehin@libero.it

Con questa troia scordatevi scambi di coppie, gang o altre promiscuità ! Almeno così vi direbbe lei!
Tanto è puttana quanto è ipocrita e falsa. Di una cosa potete però stare certi. Se andate insieme a lei le corna sono assicurate !!!
Si chiama Patrizia !
Io avevo 17 anni ed ero innamoratissimo di Patrizia. Lei 15 e all’inizio forse anche lei. Almeno finchè non ha provato il cazzo. Lei era vergine e mi chiese di sverginarla e io lo feci a casa sua. Si vedeva che le piaceva da impazzire da subito. Si dimenava e le si giravano gli occhi nelle orbite.
Fu con mio stupore che dopo poche settimane mi chiese se volevo sverginarla anche di culo!
Appena glielo misi dietro cacciò un urlo pazzesco di dolore. Io mi spaventai e chiesi se dovevo toglierlo. Lei continuando ad urlare mi disse di no!!!
Nonostante questo continuò a chiedermi di incularla e arrivò adirmi che le piaceva sentire anche u po’ di male.
Io non capii e forse perchè innamorato ogni volta che la inculavo facevo attenzione a non farle male. Lei cominciò ad incitarmi a darci dentro ma io non capivo.
Poi smise di farlo.
Nel frattempo il suo culo diventava sempre più largo e pensavo di essere io a renderglielo così.
Invece si faceva inculare dagli altri le mie corna crescevano.
Ero talmente cornuto e tonto che una volta mentre la inculavo mi chiamò Luca (io mi chiamo Paolo!!!).
Poi quando oramaiil suo culo era sfondato ( io sono normodotato) e dopo due anni di corna scoprii il tutto.
Avvenne così. Lei quando veniva inculata gemeva facendo : “ uuuuhhhh……uuuuuhhhh……..uuuuuuuhhhhh” intervallato da dei bei “ edddaii inculami…inculami…inculami”.
Il nostro paese è abbastanza grande e io frequentavo un bar dove transitava anche un certo Tonino detto la Bestia! Per i suoi modi da delinquente, per la sua fame di culi di donne e per il cazzo enorme soprattutto in grossezza!! Questo si vantava di aver inculato decine di donne.
Un giorno transitò dall’altro lato della strada Patrizia. Io stavo per chiamarla quando Tonino insieme ai suoi amici disse: “guardatela la rotta in culo!!…….uuuuuuhhhhh…….uuuuuuuhhhh…..uuuuuuhhhh”.
Se l’era inculata pure lui!!
Era lei la troia che aspettava la sera che se ne andasse il suo ragazzo (cioè io!!) per farsi inculare sul cofano dell’auto da Tonino e dai suoi scagnozzi.
Io non ero ancora pago delle corna che oramai sentivo spuntarmi sulla mia testa. O forse mi piaceva troppo scoparmela e incularmela a volontà.
Nel frattempo il suo culo, seppur avesse solo 16 anni era quello di una battona da strada.
Un giorno incominciai a notare dei cambiamenti di atteggiamento nei miei confronti, nel senso che la sua disponibilità a farsi mettere le mani addosso veniva sempre meno, lasciandomi così nel bel mezzo dell’eccitazione.
Fu in uno di quei giorni che insegnò, quello che avrei capito solo successivamente, sarebbe stata una sua messa in scena.
La vacca aveva provato cosa volesse dire prendere parecchi cazzi tutti insieme e ci teneva da impazzire a farmelo sapere! Cosa di meglio, quindi, di farmi credere che fosse stata stuprata?
Le mani che coprivano il viso, la voce male soffocata da presunti singhiozzi e iniziò a descrivermi quello che le sarebbe successo qualche giorno prima.
Ora non riesco neanche più a sentirmi le mani addosso…erano in cinque…affamati di sesso…porci e maiali e dotati i porci pure dotati erano…appena hanno scoperto che non ero vergine di dietro si sono accaniti sul mio…come bestie, mi hanno sodomizzata tutti e cinque come animali…no erano mai sazi…e poi mi hanno fatto fare cose che non avrei mai pensato di fare…
Io, da buon cornuto, non avevo capito il suo fine e la stavo quasi per implorare di smettere, che avevo capito il senso e non sarebbe servito andare oltre con i particolari.
Ma lei imperterrita continuò.
E mi hanno riempita tutti insieme…e ne avevo uno davanti e uno dietro e uno in bocca…e mi hanno ordinato che la mia bocca faceva da preservativo…in bocca mi sono venuti e mi hanno obbligata a bere tutto…e non finivano mai….erano come dei tori instancabili …e ancora mi cercavano il culo…e poi mi hanno inculata e inculata e inculata ancora!!!
Ancora un po’ ed ero io a piangere dalla disperazione!
Dopo quell’episodio mi dissanguai e le feci un costoso regalo che le servisse a dimenticare una simile esperienza!
Non so quante altre corna mi fece la troia nel periodo che rimasi insieme a lei. Fu una sua cugina (che ovviamente aveva in profonda antipatia la mia fidanzata) ad aprirmi gli occhi e a farmi capire come stettero le cose in realtà.
Ora ha 50 anni. E’ ancora una bella donna e soprattutto non è cambiata molto anzi è diventata , ammesso che fosse possibile, ancora più troia!
Ho avuto modo di rivederla dopo circa una ventina di anni che non ci vedevamo. Mi invitò a cena a casa sua per la sera stessa e fu lei stessa a cacciarmi la lingua in bocca. Inutile die che poco dopo era messa alla pecorina sulla poltrona del salotto.
La pompavo da porco scopandola di figa. Non durò molto e come ai bei tempi andati fu lei fu lei stessa a proferire queste parole.
Finchè parve che niente fosse cambiato in tutti quei anni e infatti la frase arrivò perentoria:
“ UUUHHH…….UUUUUHHH….INCULAMI, DAI INCULAMI”.- disse la puttana. Esattamente come tanto tempo prima!
Che eccitazione quando glielo schiaffai in culo. Ora era un culo caverna con tutti i cazzoni che si era presa in questi anni !!
E così andò. La presi nel modo più animalesco possibile e lei apprezzò parecchio.
Finito il sesso le chiesi se avesse un compagno (argomento che prima di allora non avevo volutamente affrontato) e lei mi disse di no. Sono libera mi disse.
Passato un altro anno e nel frattempo diventata amica di Facebook ci incontrammo per un aperitivo. Io con Marta e lei insieme al suo nuovo compagno. Lui parecchio noioso e pedante e non aveva certo l’aria dello scopatore folle.
Pum. Una frase mi colpisce!!
-Tra poco sono due anni che siamo insieme!- dice lui.
Io la osservo, lei abbassa leggermente lo sguardo e fa un lieve sorriso.
Io ho una erezione dall’eccitazione: quando la inculai un anno prima lei era insieme al cornuto, e lui non sapeva!! Ora toccava a lui esserlo, dopo tanti altri!
Ma non mi bastava. Volevo stuzzicarla.
Mentre il cornuto conversava con Marta io le inviai un sms.
-Mi piacerebbe rincularti! Troia!!!.-
Lei appena lo lesse mi guardò di sbieco. Indurì lo sguardo e mi rispose:
-E se Marta che è qui sapesse della tua proposta?-
Intanto Marta e il cornutone continuavano la conversazione. Chi oramai si insospettisce più se si risponde ai messaggi?
Al che ebbi un colpo di piccolo genio.
Le inviai una foto di Marta mentre era piena di cazzi, commentandola nel seguente modo:
-Ti sembra che possa scandalizzarsi una troia (come te d’altronde!!) simile???-
Che soddisfazione !! La prima volta che il suo viso sempre sicuro di se ed arrogante aveva cambiato espressione! Quasi quasi impallidì!!!
Io ebbi il buon gusto di non insistere e la serata finì da lì a poco.
Il giorno dopo un suo messaggio.
“Dopodomani sono libera, se vieni a casa mia”.
Arrivai alle 21. Alle 21,20 lei era alla pecorina e….poco dopo quella frase :
-UUUUHHHH….UUUUUHHHH….INCULAMI , DAI INCULAMIIII !!.-

Vi intrigherebbe vederla ? Solo una foto formato tessera non chiedete di più…in tal caso mail :speakbehin@libero.it

Questo racconto è stato letto 1798 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!

 

Ricerche Frequenti: