Nel mezzo by stichus [Vietato ai minori]




Come ci è stato ordinato io, mamma e Valeria (la mia ragazza) abbiamo aspettato il suo arrivo completamente nudi. Quando bussano alla porta vado ad aprire io: ovviamente non vengo salutato (perché abbassarsi a tale livello?). Io mi stupisco di trovare accanto a lui un’altra persona. Ma non posso mica chiedere spiegazioni io, devo solo obbedire. Così una volta entrati mamma e Vale prendono le giacche dei due ospiti, mentre loro si accomodano sul divano del salotto. Parlano tra loro come se noi non ci fossimo. Però mentre mamma e Vale servono da bere ne approfittano per tastarle e ispezionarle con indifferenza, prima i culoni molli e poi il seno (dalle grosse mammelle cadenti quello di mamma, più piccolino e sodo deei suoi ventiquattro anni di Vale). Vale e mamma nonostante non sia la prima volta che lui faccia così, provano un po’ a sottrarsi, ma subito fanno capire loro chi comanda tirandole a sé sul divano sul divano.

Li vedo cos': loro sempre vestiti eleganti e le mie donne completamente nude. Intanto continuanoe a parlare dei fatti loro, mentre con una mano cominciano e masturbarle. Affondano le dita nel pelo folto di Vale e tra le grandi labbra sporgenti di mamma. Vedo Vale colorarsi di rosso per l’eccitazione, ma i due restano indifferenti.

Prima che possano godere lui mi chiama a sé, e con una risatina mi porge le dita che sono state nella fighetta di Vale per odorarle; non posso non constatare che sono molto umide. Anche il suo collega (collega beh hanno lo stesso vestito) lo imita, solo che avverto un odore più intenso: il porco ha infilato le dita anche nel culo di mamma. Ride guardando la mia reazione.

Poi mi invita a leccare le dita che hanno il sapore del culo di mia madre. Io lecco ubbidiente, mentre noto che anche il culo di Vale ora ospita le sue dita. Due per l’esattezza; non credevo ci stessero. Le dita affondano delicatamente nel buco dilatato. Ora mi tocca assaggiare anche il sapore del culo della mia ragazza.

Intanto il suo collega ha tirato fuori un uccello veramente notevole e prima che mamma possa dire qualcosa glielo infila in bocca; la

tiene ferma con una mano, con l’altra invece mi afferra la nuca e mi avvicina per farmi vedere quanto è troia la mia mamma mentre succhia quel grosso cazzone.

Lui però si alza e tiene vale per mano, “Noi andiamo a divertirci, fai il bravo” e li vedo allontanare mano nella mano, almeno fino a che la mano non si stacca per impastare il culone molle di Vale.

Intanto il tizio ha afferrato mamma e la costringe a leccare il suo buco del culo: mamma non è la prima volta che lo fa credo, dal momento che mi sembra esperta. Vedo la lingua circumnavigare il buco epr poi affondare decisa all’intenro. Il suo collega mi guarda “Tranquillo ora mi inculo tua madre e ti lascio andare a vedere come sta la tua fidanzatina” e mi accarezza, a sfregio.

Quando vedo scomaprire la sua cappella nel culo di mamma (impalata sopra con le tette grosse e cadenti che ballonzolano) il tizio mi da un calcio (ricordiamo che io sono sempre accovacciato a terra) e mi scaccia via. Faccio per alzarmi, ma appena ci provo, lui, col cazzo ancora nel culo di mamma, mi sputa dicendo che devo andare a 4 zampe.

Ed è entrando a 4 zampe nella mia cameretta che trovo Vale con le gambe allargate e la sua lingua che le ispeziona la figa pelosa e il buco del culo oscenamente aperto. 

Questo racconto è stato letto 360 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!