LIVE IN BRITAIN by Ilota [Vietato ai minori]




LIVE IN BRITAIN di Ilota New!

“Ecco, questo è il vostro appartamento, qui avete la cucina, ecco il frigo e questa è la centralina elettrica da cui comandare il riscaldamento, l’acqua calda e tutto l’impianto elettrico. Questo è il contatore da cui calcoleremo i vostri consumi che pagherete mensilmente. Tutto chiaro?” l’addetto dell’immobiliare sta consegnando a Rose e Thomas l’appartamento che hanno affittato. Li ha aiutati a portare in casa le valigie e quei pochi pacchi di oggetti che hanno recuperato dal monolocale di Thomas.
Rose è estasiata, l’appartamento è molto moderno, pavimento in legno, cucina moderna, bagno nuovo e camera da letto comoda e spaziosa. Non ha mai vissuto in un appartamento così bello. E tutto per lei ed il marito.
“Allora questa è la ricevuta della cauzione. Un mese d’affitto anticipato. Settimanalmente dovete pagare 250 pounds su questo conto bancario ed una volta al mese vi inviamo il conteggio delle spese e dei consumi. Tutto chiaro? Non tardate nei pagamenti, il padrone di casa è molto attento a queste cose. Ora dovete pagarmi la fattura per il servizio dell’agenzia e vi consegno i vostri mazzi di chiavi.” Conclude l’agente ansioso di tornare in ufficio.
Thomas tira fuori dieci banconote da cinquanta e paga l’agente. La vita a Manchester è molto più cara di quanto pensasse, per fortuna ha messo da parte dei risparmi. Comunque con il nuovo lavoro conta di diventare ricco, se la sua App avrà successo potrebbe diventare ricchissimo come si legge su tutti i blog. Sorride come un bimbo.
Rose lo bacia dolcemente e il bacio si prolunga diventando sempre più passionale.
“Andiamo a collaudare il letto amore?” chiede Rose trascinandolo per la cintura verso la camera da letto. Thomas si eccita, è sposato da soli sei mesi ma non avrebbe mai creduto che la vita coniugale fosse così bella, Rose sicuramente non è abituata ad occuparsi di una casa ma è una ragazza molto affettuosa e passionale, pazienza se non è brava a cucinare. Rose si toglie jeans e maglione restando in mutande, il suo piccolo seno svetta, provocante, con i capezzoli duri e appuntiti. E’ una tipica bellezza inglese, non altissima, capelli biondo rossicci di media lunghezza, assolutamente glabra e con una carnagione bianchissima che con il sole si copre di efelidi. Belle gambe, ed un volto tondo e piacevole con labbra carnose. Ha solo vent’anni e si è sposata con Thomas, che ha dieci anni di più, anche per uscire da una famiglia disfunzionale. Il padre non lo ha mai conosciuto, la madre si occupa di pulire nei bar e si beve quasi tutto lo stipendio. I suoi due fratelli sono dei teppisti fatti e finiti. Quando ha conosciuto Thomas, laureato e con un bel lavoro, le è parso di toccare il cielo con un dito. Lui era timido ma lei è riuscita a farsi notare e, dopo qualche uscita serale ha capito che poteva sedurlo e farne quello che voleva. Probabilmente non aveva mai avuto una fidanzata. Almeno non a pagamento. Dopo le prime scopate lui si è trasformato in un pezzo d’argilla nelle sue mani, lei gli ha fatto capire che per continuare avrebbe dovuto portarla fuori di casa e lui così ha fatto. Sposandola. Lei si è trasferita da lui e lo ha spinto ad accettare l’offerta per fondare una start-up nel settore telefonico lasciando il lavoro per BT. Così Rose ha raggiungo il suo primo obiettivo, abbandonare il freddo e noioso nord inglese.Si sono trasferiti nella periferia di Manchester dove il suo Thomas lavorerà. Ed ora hanno questa casa bellissima. Mentre questi pensieri si affollano nella mente di Rose, Thomas si è spogliato. E’ tanto dolce ma sta ingrassando. Rose lo spinge sul letto e si mette a cavalcioni sopra di lui, porgendogli la sua vagina da leccare ed avvicinandosi al suo pisello. Thomas la lecca scoprendo il clitoride e inizia a succhiarlo. Sente Rose eccitarsi e restituirgli il favore, lei lecca e poi prende in bocca il cazzo dell’uomo.
“Che bocca calda. Non ti fermare amore, continua così …. Siiiiiiiiiii, non fermarti amore mio” chiede Thomas mentre Rose infila l’uccello del marito tutto in bocca, arrivando con il naso a premere sul pube.Gli lecca la cappella e poi si muove in un lento saliscendi portandolo verso l’orgasmo.
“Amore mio leccami anche tu.” Risponde Rose, purtroppo Thomas non ha molta resistenza e Rose ha imparato che deve giocare tra eccitazione e relax altrimenti lui gode e lei resta insoddisfatta. Ma ora ha imparato come fare, lo eccita con la bocca, poi si fa leccare e quando è prossima all’orgasmo si fa penetrare. Lui a quel punto resiste un paio di colpi soltanto ma lei riesce a godere egualmente. Certo non come godeva durante precedenti esperienze ma lui è dolce ed ha altre qualità.
Quando è prossima all’orgasmo Rose si solleva e monta sul marito infilandosi l’uccello fino in fondo. Inizia ad alzarsi ed abbassarsi su di lui dando sfogo alla sua eccitazione: “Dai amore, ora fottimi, fammi venire. Fottimi forte. Più forte dai amore mio. Scopa la tua maialina, scopamiiiiiiiii.. SIIIIII!! VENGO,VENGO DAI DAI FOTTIMI” aumenta il tono di voce arrivando quasi ad urlare. Thomas sentendola cosìeccitatanon resiste ulteriormente ed inizia a godere dentro di lei emettendo grugniti e stringendole il seno con le mani. Uno, due, tre getti di sborra e poi inizia a rallentare. Rose continua ancora alcuni istanti, poi sente che il marito ansima ormai fermo ed anche l’uccello inizia a sgonfiarsi. Anche lei si rilassa e si abbandona sul petto del marito. Sente il suo pene scivolare fuori da lei.
A quel punto si alza e si dirige verso il bagno.
“Amore sei stata fantastica. Mi è piaciuto tantissimo. A te è piaciuto?” chiede Thomas che ha sempre bisogno di rassicurazioni.
“Tantissimo honey. Ogni volta mi fai godere di più. Stai diventando il re del sesso.” Risponde Rose lanciandogli un bacio. Thomas sorride felice.
Rose si infila nella doccia ed apre l’acqua, magnifica, calda e con pressione. Il getto è regolabile, stacca la cornetta e guida il getto sul suo corpo. Sposta una levetta ed il getto diventa pulsante, eseguendo un lieve massaggio. Che bella sensazione, orienta il getto sulla vagina lavando i residui dello sperma di Thomas. Il getto, colpisce la clitoride e la eccita. Affianca all’azione dell’acqua lo sfregamento delle dita della mano sinistra. Sente l’orgasmo arrivare, si accovaccia con le cosce divaricate, continuando a sfregare la clitoride.
L’orgasmo mancato durante il rapporto con Thomas la raggiunge, forte. Si morde le labbra per non gridare dal piacere. Si lascia scivolare sul pavimento della doccia e continua a tremare per alcuni istanti, ansimando. Si riprende dopo alcuni minuti, completa la doccia, si asciuga e infila una camicia da notte. Quindi raggiunge Thomas che già russa, si accoccola vicino a lui e si lascia vincere dal sonno, finalmente appagata.

Questo racconto è stato letto 64 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!