Le avventure del mio cosino…. by bebold67 [Vietato ai minori]




Voglio andare controcorrente….e se mi è concesso polemizzare.Sono 10 anni che frequento questo sito di racconti, ne leggo una decina tutti i giorni e qualcuno l’ho postato anch’io dando così il mio contributo alla cultura erotica dei Racconti di Milu, ma quello che più mi fà sorridere è leggere all’inizio dei racconti frasi del tipo “…è tutto assolutamente vero…â€� oppure “….vi assicuro mi è successo veramente…â€� o meglio ancora “…dovete credermi è la verità…â€�, come se ne derivasse qualche forma di guadagno nel credere a quanto si legge….o comunque una forzare la mano nel fare credere per aumentare l’invidia. Certo è che il 99% dei racconti sono incentrati in membri di notevoli dimensioni sia in lunghezza che in larghezza…(un mondo di superdotati)….e sempre nel 99% dei racconti la donna raggiunge molteplici orgasmi prima che l’uomo inizi a godere. Per non parlare di membri da 20 cm e oltre che infilandosi nelle vagine arrivavo addirittura ad urtare la fine dell’utero.

MAH !!!!!…mi sembra di stare in una macelleria.
MAH !!!!!!….forse qualche dubbio sulla veridicità mi viene.

Normalmente, parlo della vita reale….anzi della mia realtà quotidiana si basa su dimensioni del membro normali (…e non dai 22 cm in su) e che spesso si raggiunge l’orgasmo (noi maschietti) prima ( se non molto prima) della nostra compagna, moglie, partner che sia. Quindi direi fuori dalla media dei racconti presenti su questo sito.

Allora vorrei raccontare qualcosa a favore dei normodotati e magari anche in favore di coloro non hanno la fortuna di avere una proboscide nelle mutande ma un normale pistolino.

Fino ai 9 anni ero un bimbo come gli altri….alto nella media della mia età ecc….con il compimento dei 10 anni ebbi uno crescita accelerata diventando per diversi anni il più alto delle classi di scuola che frequentavo….per capirsi a 13/14 anni io ero già 1,75 per assestarmi a 1,82 definitivo a 16 anni quello che sono tuttora.
Bello, sembravo più grande di quello che in realtà ero, quello che tutti i ragazzini desiderano……unico neo…..il mio amichetto si è si sviluppato, ma non in rapporto alla crescita. In pratica ero un adulto con un pisellino di 13 cm. Che ho tuttora.

Lo so, fa sorridere….ci credo qui dentro tutti hanno dei bastoni rispetto al mio cosino…..però la mia vita sessuale è stata attiva e nonostante le mie dimensioni le mie compagne del momento (fidanzate, moglie e partner occasionali) non si sono mai lamentate….anzi.
Le misure contano eccome….ma….se non si sa usare l’attrezzo è inutile avere cm da non saperci cosa fare.

Ricordo Rosa, incontrata su una chat di Libero.it dove tutti gli amici erano iscritti e incontravano ragazzine, ragazze e signore…col fine di scopare. Mi dissi….â€�…cos’ho da perderci…â€� e quindi provai. Compilai l’iscrizione, creai una mail fittizia anonima e iniziai a navigare tra profili di tutte le età e molteplici descrizioni di come erano e cosa cercassero. Io compilai il mio profilo e iniziai mandando dei messaggi (tutti uguali….copia e incolla). Ne mandai almeno una trentina e per risposta circa venti mi ignorarono, cinque o sei mi mandarono a quel paese e tra quelle quattro che riuscii a intavolare due chiacchiere c’era Rosa.
Rosa è una mamma divorziata di 41 anni con un figlio di 8; siciliana…mani ben curate e smalto alle unghie, piedi dentro dei sandali aperti anch’essi ben curati, due occhi molto belli castani, fisicamente…peso intorno ai 110 kg alta 1,50…un bel viso….un culo grande…grandissimo direi sproporzionato alla sua persona, però molto accattivante….un seno molto generoso….una quinta di tutto rispetto….e un comportamento provocante da vera maiala.
Dopo pochi messaggi cerco velatamente di arrivare al numero di telefono….ma vengo preso in contropiede visto lei è un utente navigato della chat e non ha voglia di perdere troppo tempo in chiacchiere. Così ci si accorda per un appuntamento in un centro commerciale vicino Sesto San Giovanni all’ora di pranzo.
Arrivo al parcheggio che il cuore mi picchia nelle tempie come un TAM-TAM….ho paura…sono agitato…quasi quasi torno in ufficio. Poi la ragione prevale visto che se mene andassi tornerei al punto di partenza….ossia cercare.
Ok….salgo le scale e la cerco…la vedo e mi dico “…cazzo non cercavo una modella ma nemmeno un barattolo extralarge…â€�, che fare? Mi defilo e scappo….niente da fare….mi ha visto anche lei….non sarebbe carino e nemmeno educato. Poi penso…un momento se lei è qui è perchè anche lei stà cercando…quindi? Ok beviamo un caffè e vediamo.
Siamo al tavolo, li indossa dei pantaloni lunghi scuri, una camicetta sbottonata dei primi 4 bottoni facendo vedere una gran porzione del suo generoso decoltè e sopra un giacca di jeans…dimenticavo anche occhiali da sole.
Mentre beviamo ci presentiamo e proviamo a conoscerci un po’ di più che nella chat. Io parlo con naturalezza ma non sono a mio agio, a crearmi difficoltà è quel seno ampio e voluminoso che si lascia guardare ed io ne sono ipnotizzato.
Tempo 40 minuti e ci alziamo per tornare ai nostri lavori, scendiamo nei parcheggi visto che entrambi abbiamo lasciato l’auto li…..e ai saluti mi si avvicina e mi bacia sulle labbra….ed io rispondo subito e di buon grado e mentre ci si bacia…mi tasta il pacco (ovviamente duro) e mi dice “…quando me lo fai provare? “
Non aspetta la risposta mi saluta e sale in auto ed io rimango li come un baccalà, in piena eccitazione. Torno in ufficio, ma il pensiero va Rosa, me l’aspettavo diversa…è…è…è tanta. Ragiono sui pro e contro: PRO è una donna formosa e abbondante ( caratteristica che a me piace), è spigliata ( mi piacciono le donne che sanno cosa vogliono) e cosa fondamentale ha voglia. CONTRO non è una gran bellezza (ma nemmeno io sono un adone).
Allora è deciso. Ci sentiamo il giorno seguente e tra mille complimenti di facciata (quanto mi sei piaciuta e quanto sei simpatica) per ammorbidire un terreno già di per se stra-morbido ci diamo appuntamento in un motel da quelle parti per la settimana dopo.
Passo a prenderla ma lei vuole guidare e quindi salgo io con lei….mi chiede se è la prima volta ed io ingenuamente le dico di si, è la verità. Lei sorride, ma non per sfottere, ma con un fare materno mi prende la mano e mi dice “…vedrai, ti piaceràâ€�.
Arriviamo alla reception, documenti in cambio di una chiave e andiamo verso la nostra alcova….parcheggia….e si entra nella stanza. Moquoette, specchi…TV…e un letto.
Sono impacciato….mi guardo in giro come se fossi a “Hotel da incuboâ€� per cercare cosa non và nella stanza, e appena finito il giro di ispezione mi ritrovo con il risultato di ciò che avevo iniziato iscrivendomi alla chat. Volevo fare sesso con una donna trovata su internet…beh ero li con lei.
Mi si avvicina e mi abbassa a lei (lei 1,50 io 1,82) per baciarmi…..la bacio….con passione…le lingue che si intrecciano…..morbide….come se si carezzassero. La mia natura (maialesca) mi porta a carezzarla prima sulla schiena….poi la testa….poi mi avventuro sul quel bel culone…..sodo…ma sempre culone. Lei apprezza e inizia a strusciarsi mentre mi bacia….si stacca e mentre mi gurada inizia a sbottonarmi la camicia, poi me la sfila….a torso nudo mi bacia i capezzoli….sono eccitatissimo.
Cercando di non farmi prendere dalla frenesia di arrivare al dunque…con fare semi-tranquillo le sbottono la camicetta e vedere quel seno imprigionato dal reggiseno mi fa saltare un battito….ma cerco di essere lucido. Mi abbasso e le sbottono i pantaloni….le sfilo scarpe….le abbasso i pantaloni e glieli sfilo…..un profumo di pelle e profumo di donna mi assale. Mi rialzo e riprendo a baciarla….lei mi mette le braccia al collo e le bocche si uniscono come in un sottovuoto. Porto le mani al gancio del reggiseno e con fare maldestro ( non sono mai stato abile nello sganciare ) glielo sgancio. Mi stacco dalle sue labbra e glielo sfilo….mi si presentano due bocce contornate da due areole rosa
che sembrano guardarmi….mi inginocchio e inizio a succhiarne uno, e mentre sento che per reazione al trattamento si indurisce il capezzolo prendo l’elastico delle mutande ai fianchi e inizio lentamente ad abbassarglielo e mi ritrovo a tu per tu con una passera ben curata semi depilata. Fatto ciò con entrambe le mani prendo il seno e ci metto dentro la faccia e stringo….quanta morbidezza. Li bacio, li lecco…li mordicchio con i denti (ma appena appena) e pare le piaccia. Poi mi fa alzare e si abbassa lei e sbottonati i jeans prende il bordo dei pantaloni e insieme gli slip e tira giù liberando il mio giovanotto….non è lungo, ma è largo e ben duro…..e da tento che è duro sta già gocciolando.
Lei se ne accorge e subito un bacio sulla punta mi fa sentire le stelle….ma si rialza e mi tira verso il letto.
Si tira via il copriletto e si sdraia come farebbe una venere…..dopo averla guardata tutta mi avvicino e mi sdraio sopra di lei, senza volerla penetrare….riprendo a baciarla…e mentre facciamo questo abbondante scambio di saliva lei apre le gambe….il mio pistolino si fa strada tra le grandi labbra ed il glande avverte il caldo e l’umido dell’interno.
Passo dal bacio sulle labbra al collo……scendo sul seno e ci passo dei minuti a baciarlo, succhiarlo e palparlo poi piano piano scendo e mi fermo sulla pancia, non so il perchè, ma la pancia della donna mi piace, poi scendo sempre baciando e inizia il pube e la peluria…..scendo e sento l’afrore del suo sesso senza aprire le grandi labbra passo la lingua ben umida sulla fessura semichiusa….la sento mugolare….non vede l’ora che gliela apra che mi dedichi al suo piacere….ma no, scendo ai piedi e baciandoglieli risalgo la caviglia , il polpaccio (abbondante), nel frattempo passo le mani sulle gambe, le cosce a palmo aperto….voglio sentire la sua pelle sotto la mia mano….oh quanto mi piace. Le bacio la coscia…e salgo all’inguine….vedo che non ce la fa più dalla voglia e sinceramente anch’io e allora le allargo le grandi labbra e piano piano ci passo la lingua….i gemiti si fanno più intensi….la sua miciona ha un sapore forte, subito un pensiero alla cattiva igiene mi affolla la testa ma subito come se il pensiero fosse ad alto volume lei mi chiede “…ti dà fastidio il suo sapore?….questo è il mioâ€�. OK, è una persona pulita, non rispondo e mi dedico con tutta la passione al suo piacere che poi è anche il mio. Dopo 10 minuti che lavoro di lingua e dita il suo clitoride e la vagina, ancora non è venuta…..i suoi gemiti sono sempre più alti….ormai siamo prossimi, sono con la lingua che le spazzola tutta la passera ed ho il dito indice dentro la sua miciona che stantuffa….con molta naturalezza faccio entrare nella miciona anche il medio…poi lo sfilo e glielo passo sul buchino del sedere…..con molta calma…..forzo la resistenza ed entro un pochino….lecco…stantuffo la miciona e intrufolo il medio nel culo……lei gode….gode e come colpo di grazia mi ritrovo a leccarle furiosamente il grilletto e altrettanto furiosamente faccio avanti e indietro con il medio e indice infilati nei buchi. Viene…..viene urlando….lei gode così….deve urlare è paonazza e ha il respiro che va a mille. Io rimango (ridicolo) allibito alla scena e sono paralizzato con le dita dentro di lei. Lei si alza sui gomiti e fissandomi come offesa mi dice “…mi hai messo un dito nel culo?â€� “siâ€� le dico io…..â€�Toglilo subito, anche se mi è piaciutoâ€�. Con calma le sfilo le dita dalla micia e dal culone,
“non lo aveva mai fatto nessuno� mi dice “sei stato bravo�.
Mi sdraio acconto a lei e non so far star ferme le mani le accarezzo una gamba, la pancia….le appoggio a coppa sul seno e lo palpo con gusto…..lei mi guarda e mi prende il signorino e con energia inizia una sega. “Stai attenta non ce la faccio più. Potrei venire subitoâ€� le dico. Allora si mette a cavalcioni su di me….lo prende e se lo punta alla miciona e piano piano si riempie di me. Non è umida, tra il suo brodo e la mia saliva è un pozzo di liquidi…..ci sguazzo dentro. Inizia il movimento della cavalcata…..sento le pareti della vagina che scivolano sul pistolino…..con le mani libere le accarezzo il viso e lei mi prende un dito e lo ciuccia come se avesso il mio pistolino in bocca…..poi le prendo il seno a piene mani o almeno quello che riesco vista l’abbondanza e me ne beo, Lei sempre che mi cavalca e ha aumentato il ritmo…..sento che non ce la faccio veramente più….allora lascio il seno e le metto sulle chiappone, saranno anche troppo grandi ma sono di un godurioso, e la fermo ora sono io che con il bacino entro esco da lei velocemente…velocemente…..fino a quando ECCOMI….sono venuto anch’io.
Rimaniamo così per un po’….lei con faccia goduta ed io che riprendo colore e fiato……piano piano il mio signorino si ammoscia e i liquidi escono da lei per colare sul mio pube.
Ci baciamo ancora. Qualche convenevole e poi a pulirsi un pochino e ritornare a letto dove con la sapiente mano rianima il mio giovanotto.
Le dico “beh non è lunghissimo, però non è nemmeno così male�, lei “che scemo che sei, non mi sembra di avere finto, e poi non è piccolo è nella norma “
“sarà nell’immaginario maschile volercelo avere sempre più lungoâ€�. Lei avvicandosi a me mi risponde “…a me piace così, sembra fatto su misura per leiâ€�….e mi bacia.
Ora salgo io su di lei…..le allargo le gambe V e lo punto nell’ingresso e senza alcuna fatica entro in lei con un sospiro di goduria. Il movimento lo faccio io, ovviamente, e ad ogni colpo vedo le mammelle che sballonzolano avanti e indietro. Aumento l’andatura dei colpi e lei si prende il seno palpandoselo….mamma che porca. Le gambe dalla posizione a V le unisco e faccio si che mi appoggino sulle spalle, così facendo la miciona diventa più stretta e l’attrito alle pareti della vagina è amplificato.
Lei è già venuta e non riuscirò a farla venire ancora, io sono eccitato dal vedere le sue tette che ballano o lei che se le strapazza, la prendo per i fianchi e aumento i colpi all’inverosimile e riesco a strapparle degli urli di goduria…..dopodichè poco prima di venire lo sfilo da lei e menandolo vengo sul suo pancino (romanticamente detto).
Dopo esserci ripresi dalla furia ci ricomponiamo e ci diamo appuntamento ad un’altra volta.
Usciamo, paghiamo e ci ridanno i nostri documenti…..mi accompagna alla mia auto e con una palpata reciproca ci salutiamo.
Sono passate circa 3 ore e mezza e nonostante non me lo abbia succhiato e non si siano fatte altre posizioni sono goduto e mi è parso che anche lei abbia avuto la sua razione di piacere….visto che l’appuntamento è per due giorni dopo a casa sua.

To Be Continued……

Per commenti, critiche, apprezzamenti o altro…..scrivete a bebold67@gmail.com

Questo racconto è stato letto 248 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!