La SchiavAmante by modelman [Vietato ai minori]




Solita giornata di lavoro, caldo torrido, condizionatore nell’ufficio che soffia aria fresca, periodo molto rilassante, c’è poco lavoro, scrivania quasi vuota dalle carte che generalmente la sommergono.

Mi chiamo Mimmo, single 30enne del sud Italia, fisico normale, vita normalissima senza chissà quali eccessi, con la fortuna di fare un lavoro di disegnatore tecnico ben pagato e nel quale sono bravo (almeno a detta dei nostri clienti), quindi mi viene concessa molta libertà d’azione durante le ore lavorative, avendo i titolari massima fiducia nel mio operato.

In questa anonima giornata di piena e afosa estate, decido di ammazzare il tempo (visto che il lavoro me lo permette) provando chattare un po’ con qualcuno, così giusto per fare quattro chiacchiere e mi imbatto in un classico sito di video chat.

Entro e provo a contattare qualche ragazza presente, anche se non credo che siano tutte vere, penso tra me e me che molti saranno uomini che si fingono donne (chissà per ottenere cosa), oppure gay che il nascondersi dietro ad un monitor può rendere del tutto donne in pochi click regalando loro il sogno che rincorrono da tempo.

All’improvviso un nickname che mi attira, niente di particolare “Ari”, la contatto sapendo già che non riceverò risposta e invece pochi secondi dopo….

“Ciao”.

Provo ad attaccare bottone educatamente chiedendole se posso farle una domanda intima e lei accetta…resto un secondo spaesato…cosa le chiedo? meglio essere diretti o gentili? In una frazione di secondo scorro i nickname presenti nella stanza come per capire l’ambiente, sono tutti molto espliciti e, non so neanche il perché, mi viene fuori una domanda stupida, ridicola:

“Hai mai avuto un amante in chat?”

e lei “No ma chissà, magari sono qui proprio per incontrare qualcuno che mi rapisce con la mente”.

Bella risposta penso. Continuiamo a scriverci parlando un po’ di tutto, il tempo vola (vuol dire che la cosa è piacevole).

Alla fine ci scambiamo il contatto skype e ci diamo appuntamento per il pomeriggio.

Il pomeriggio puntuale lei si presenta e mi contatta

“Ciao…mi hai pensato?”

Decido che le chiacchiere di presentazione sono state fatte, penso tra me e me che la risposta è sicuramente si, l’ho pensata, ma probabilmente non come vorrebbe lei.

Ho pensato nella pausa pranzo che è inutile pensarla come una ragazza che si conosce in discoteca o in giro, era su un sito per incontri (per altro palesemente a sfondo erotico) quindi vuole quello che voglio io per cui meglio andare diritti al sodo

“Si ti ho pensata, ti ho immaginata e non ti nascondo che ti ho anche desiderata e questo è strano perché non so neanche come sei”

Dall’altra parte pronta risposta

“Beh potevi dirlo prima, anche se in genere è la domanda più stupida che si possa fare….sono alta 1.72 occhi castani, bionda e (visto che è quello che volete sapere tutti) formosa, porto una 4a, ora immaginerai che per avere due tettone così grandi debba essere una balena….ti rispondo prima che lo pensi…non sono una stecca di biliardo, ma sicuramente non sono obesa anzi….diciamo che tutto è al posto giusto”

“Wow minuziosa nella descrizione e per giunta bona”

La chiacchiera procede un’altro po’ per poi prendere decisamente una piega hot quando ho cominciato a fare domande sempre più piccanti….così mentre parlavamo all’improvviso mi arriva una richiesta di video chat da parte sua.

Apro il video e mi trovo un corpo di donna in intimo (aveva con molta dedizione fatto attenzione a non inquadrare il viso)…effettivamente Arianna (Ari ne era chiaramente il diminutivo) ha un seno da paura, due bombe notevoli fasciate appena da un reggiseno semitrasparente.

La cosa va subito sul piccante, mi dice di essere sposata da qualche anno (lei ne ha appena 30), ma di avere già un sacco di problemi con il marito, penso velocemente che una donna sposata che apre la cam mezza nuda vuole una sola cosa, ma non voglio regalarla…la voglio stuzzicare

“Ari, fantastica, voglio farti una domanda”

“Dimmi Mimmo, spero che ora ci credi nel fatto che sono donna”

“E che donna direi….Senti Ari, ma se ti dicessi che ti voglio, ma non in un modo normale, voglio il tuo cervello, la tua mente, voglio che tu diventi di mia proprietà, prima con la mente e poi con il corpo, voglio essere il centro dei tuoi pensieri, la cosa più importante per te, la cosa da soddisfare, diciamo un misto di uomo, amante e divinità”

Non so neanche perché ho detto queste cose, mi son venute fuori tutte di colpo, la visione di quelle tette mi ha messo voglia di possederla, di averla in tutto e per tutto, di usarla per godere quando ho voglia.

Mi rendo conto che forse sono stato troppo esplicito, mi aspetto un vaffanculo e la chiusura di tutti i rapporti ed invece dopo qualche secondo

“Mimmo Mimmo, sai ultimamente va di moda quello che tu vuoi, diciamo che da qualche anno grazie ai libri e ai film sull’argomento “dominazione” molte donne giocano ad essere schiave, beh io ti dico che ho sempre, da anni desiderato di appartenere a qualcuno, ma purtroppo vivendo in una cittadina piccola e bigotta sono sempre stata legata al rapporto “tradizionale” con un uomo, chissà forse è per questo che non vanno bene le cose con mio marito, vorrei di più, vorrei essere presa e usata come mi stai chiedendo.”

E’ il momento di stupirla…stacco la cam. Le dico di farsi risentire su skype il giorno dopo perché avrò una cosa da farle fare per continuare a “giocare”.

So già che questa cosa dell’aver chiuso la conversazione nel momento più “caldo” la fa restare a bocca aperta, non si sarebbe mai aspettata che mi defilassi, ma voglio questo…meravigliarla per farla mia.

Il giorno dopo appena entra in chat le mando un file di word, è una specie di contratto dove lei si impegna ad avere un periodo di prova come mia schiava, periodo di 14 giorni, nel quale in chat dovrà eseguire i miei ordini ed eventualmente io lo chieda anche fuori dalla chat, nella vita reale.

Io, da parte mia, mi impegno a non crearle problemi con il marito, la sua famiglia e tutte le persone che la conoscono, a non ferirla fisicamente e moralmente, e a cancellare qualsiasi contatto con lei se al termine del periodo di prova lei non voglia più continuare ad essere mia proprietà.

dopo interminabili minuti di attesa nei quali stavo quasi per cancellare il suo contatto dandomi dello stupido per aver portato la discussione sulla dominazione mi arriva il segnale di un file da scaricare….lo faccio…è il mio contratto!, l’aveva stampato, firmato e rimandato al mittente.

Subito dopo mi scrive

“Meravigliato? Spero di averti sorpreso come tu hai sorpresa ed intrigata me ieri andando via senza farmi capire il perché…….padrone”

Alla lettura di quella parola “padrone” un brivido mi scorre lungo il corpo…è mia..posso farne quel che voglio per 14 giorni, è a mia disposizione….

“Devo ammettere che pensavo non accettassi Ari. Ora dovrò metterti subito alla prova per capire cosa sei disposta a fare per me….per prima cosa apri la cam e mostrami il tuo corpo”

Lei senza esitare apre subito la cam e la trovo già in intimo ma di nuovo accuratamente con il viso nascosto.

“Me l’aspettavo padrone così mi sono avviata per non farti perdere tempo :)”

Lo smile finale mi fa capire che per lei è un giochino di chat, ma a questo punto non sa che l’appetito vien mangiando, quindi per me in pochi minuti ha smesso di essere un gioco.

Le ordino di spogliarsi e lei subito slaccia il reggiseno lasciandolo cadere e lasciando alla mia vista due tette fantastiche con al centro due aureole giganti e scure sulle quali svettano due capezzoli di dimensioni notevoli belli diritti

“Visto cosa mi combina padrone? i miei capezzoli al solo pensiero di servirla si sono già svegliati”

“Alzati fammi vedere il resto del corpo”

Si alza e facendo una lenta piroetta vedo un perizoma grazioso che sparisce tra un sedere da favola…cavolo ha proprio un corpo mozzafiato, come fa il marito a non considerarla?

Lentamente, senza che io le chieda nulla, si piega in avanti regalandomi la visione del suo culo per poi pian  piano sfilare il perizoma lasciando spazio alla carne biancastra….

Si volta, ha una figa spettacolare, molto curata, pochi peli, si vede che l’estetista frequenta spesso quella parte del suo corpo, le labbra sono leggermente dischiuse, lei si passa un dito proprio in mezzo alle labbra e poi mostrandolo in cam umido mi scrive

“Vede padrone non solo i capezzoli si sono svegliati per lei…”

A questo punto non voglio che sia lei a comandare ed a scherzare sulla cosa,  per cui chiudo di nuovo la cam e le ordino di andare sul sito dove ci siamo conosciuti e di accendere li il video senza rivestirsi.

Lei borbotta scrivendomi qualcosa che non leggo neanche, evidentemente anche stavolta non si aspettava questa decisione e non è tanto felice di farlo…ma insisto e lo metto sotto forma di ordine ricordandole il contratto

Dopo qualche minuto ci ritroviamo sul sito….lei accende la cam ed è inondata di apprezzamenti (prevedibile).

Il mio cazzo ha raggiunto dimensioni notevoli, ho dolore a tenerlo rinchiuso per cui lo tiro fuori dopo aver chiuso la porta dell’ufficio e quasi senza accorgemene ho la mano che l’avvolge andando su e giu.

Le ordino di dire a tutti che è mia proprietà, esegue ubbidiente e appena lo fa una marea di persone mi contattano pregandomi di conoscerla o di farle fare qualcosa….ignoro tutti e le ordino (scrivendole in privato) di cominciarsi a masturbare con qualcosa.

La vedo che si alza…dopo pochi secondi torna con una zucchina….la appoggia alle labbra della figa dopo essersi messa comoda a cosce aperte e la fa sparire lentamente dentro….molto lentamente…la sua figa si adatta magnificamente…sembra che succhi la zucchina dentro di se. Si ferma lasciando il frutto immobile dentro di se e, chinandosi in avanti, la vedo scrivere qualcosa. Mi appare il messaggio nella finestra privata

“Pensi ancora che io non abbia capito cosa vuol dire essere tua?

Per i prossimi 14 giorni puoi chiedermi quello che vuoi, la mia figa ed io abbiamo deciso che per ora hai le carte in regola per averci, tra 14 giorni capiremo se noi siamo alla tua altezza.”

All’improvviso mentre provo a risponderle sento che sto per venire, la conferma dell’averla a mia disposizione mi manda fuori di testa, il mio cazzo schizza sperma a fiotti che bagnano tutta la scrivania combinando un macello sulla tastiera, non so neanche come pulirmi, so solo che ho goduto come non avevo mai fatto, neanche nella migliore delle mie scopate o davanti al miglior film porno mai visto.

Con la mano tutta imbrattata le scrivo

“Ok, ho la prova che mi obbedisci, per oggi sei stata brava spegni tutto e aspetta miei ordini”

e lei

“Agli ordini mio unico padrone, le prometto che questo gioco darà ad entrambi molte soddisfazioni. Attendo tuoi ordini.”

Vedo nel video apparire le sue labbra che stampano verso la cam un bacio sensualissimo….poi il video si stacca.

E’ arrivato il momento di mettere a posto il macello combinato sulla scrivania, domani alzerò la posta in palio.

 

Questo racconto è stato letto 348 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!

 

Ricerche Frequenti: