La Nuova Vita by Fenderchit [Vietato ai minori]




La Nuova Vita di Fenderchit New!

– Cosa faccio? Ci provo o no? Mi piego alla mia indole o no?
Queste erano le domande che assillavano la mente di Aurora.
Erano passati ormai 6 mesi da quando Aurora si era imbattuta per la prima volta in un racconto sulla dominazione. Era accaduto per caso, durante una trasferta di lavoro. La solitudine di una camera di albergo, dopo una giornata piena di riunioni, l’aveva spinta a trascorrere la serata da sola, girovagando in rete alla ricerca di qualcosa di non ben definito. Curiosità, tendenze… Proprio in una rubrica che illustrava le nuove tendenze afferenti la sfera sessuale, aveva letto del progressivo aumentare dei giochi di ruolo erotici. L’approfondimento del tema l’aveva portata su un sito di racconti erotici nel quale i lavori pubblicati dagli utenti erano divisi in categorie. Una di queste era “Dominazione”. La selezionò e sul monitor apparvero i titoli degli elaborati.
– “La Nuova Vita”…Vediamo questo
Alla lettura, con suo grande stupore, si era sorpresa bagnata. Una sensazione, forse amplificata dall’intimità che quella camera di albergo le offriva, che la portò dapprima a sfiorarsi e dopo a donarsi uno stupendo orgasmo. E quell’orgasmo la tenne sveglia tutta la notte. Aveva goduto del racconto…Lei che, tutta dedita al lavoro, non prendeva in minima considerazione quell’universo parallelo. Ma la domanda che più di tutte le frullava in mente era questa: “E’ stato il racconto in se’ o l’ immedesimazione nelle scene?”. Non riuscì a darsi una risposta; anzi, nei giorni a seguire le domande aumentarono e da allora la sua curiosità l’ha portata a documentarsi sulle pratiche tipiche di quel mondo che spesso è visto come una deviazione mentale del genere umano. Iniziazioni, umiliazioni, master, mistress…. tutti termini che, da li a poco, non avrebbero avuto più segreti. Ma, tra tutti, quello che più la attraeva era “slave”…sottomessa…una condizione che una come lei non era abituata a provare. Il tutto però rimaneva confinato nella pura fantasia che, la continua lettura di racconti erotici a tema, veniva continuamente alimentata.
Una sera trovò persino il coraggio di mandare una email all’autore di un racconto che le aveva regalato un paio di orgasmi, elargendogli dei complimenti sulla storia e sul modo di narrare gli eventi in essa contenuti.
Il giorno dopo, nella sua casella di posta, tra mille pubblicità inutili, trovò la risposta a quella mail.
Master77, così si firmava. Da quel giorno lo scambio divenne sempre più fitto. Lui le raccontava le esperienze vissute che lo avevo ispirato per la scrittura dei racconti. Lei leggeva rapita, provando un pizzico di invidia per ciò che le compagne di Master77 avevano provato. E Master77, che intravedeva in Aurora la perfetta novizia da svezzare, se ne era accorto.
– E poi cosa è successo?
Questa era la domanda più ricorrente di Aurora nelle loro conversazioni.
Quando però Master77 le disse: “Non ti dirò più niente. Intraprendi lo stesso percorso e scoprirlo da sola! Entra a far parte del mio harem di slave e ti farò vivere emozioni che nemmeno immagini” cadde in crisi. Da un lato avrebbe voluto averlo a portata di schiaffo, dall’altro le risposte che il suo corpo le dava dicevano il contrario.
Poi lesse: “Hai solo fino a domattina per decidere. Se non trovo una tua risposta entro le 9:00 non ti scriverò più ed avrai notizie di me solo attraverso i miei racconti. E ricorda, se accetti, già nel messaggio di domani dovrai chiamarmi Padrone”.
Ore 8:55.
“Si, Padrone! Desidero essere una tua slave”. Quando Aurora cliccò il tasto “Invio” un brivido le percorse la schiena.
Ore 9:01
“Bene!” fu la risposta lapidaria di Master77
Aurora sapeva che da quel momento per lei sarebbe iniziata una Nuova Vita.

Questo racconto è stato letto 381 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!

 

Ricerche Frequenti: