i miei fratelli 2 tempo by peppone60 [Vietato ai minori]




I miei fratelli 2 tempo

Erano passati un po di giorni da quando mi ero concessa ai miei fratelli, mi lasciavano stare, i giorni passavano come sempre, e io dormivo con loro come al solito, non è che non facessi nulla dormivo spesso con luca il piccolo e ogni tanto lo molestavo io, bastava che mettessi le micro mutandine nere che impazziva e mi inculava subito come piaceva a noi due di fianco e mi sditalinava avevamo degli orgasmi paurosi mi venivano le convulsioni, pensavo spesso al cazzo di mario mi aveva fatto molto male ma sentirlo dentro era pazzesco lo sentivo in gola e lo sentivo spingere in pancia.
Una sera ero sola con luca in casa e mi viene un idea malsana, e gli dico visto che prima o poi qualcuno mi avrebbe sverginata perché non lo fai tu, lui mi guarda e dice se vuoi anche adesso e tira fuori il cazzo era già in tiro, gli dico no dammi il tempo di prepararmi poi ti chiamo io e vado in camera, frugo nell’armadio e trovo un completino nero luca impazzisce quando metto le mutandine nere, lo indosso e lo chiamo entra e mi trova in piedi vicino il letto con il completino nero, avevo tirato le mutandine sui fianchi era senza parole, si avvicina e prendo io l’iniziativa, lo spoglio e gli prendo il cazzo durissimo in mano poi mi abbasso in ginocchio e lo imbocco succhiandolo e leccando su tutta l’asta e succhiettavo la cappella dando dei colpetti di lingua,non mi fa finire che gira gli occhi e viene lavandomi la faccia e ne bevo buona parte, mi pulisco stavo per dire qualcosa e vedo che era già pronto, vado sul letto e gli dico vieni arriva arrapato come non mai, io mi tolgo le mutandine e allargo le gambe, si abbassa e fa una cosa che io non avevo mai fatto, mi lecca la figa a lungo e ho un orgasmo forte, poi sale e mi dice tranquilla non ti faccio male, lo mette in mezzo alle labbra ero senza respiro dall’emozione e il solo contatto sulle labbra mi causava quasi un orgasmo, spinge piano e entra la cappella mi fa un po male, prendo un respiro e dico dai spingi tutto, da un colpo di reni e entra tutto, caccio un urlo ma non mi aveva fatto tanto male, comincia a pompare piano con delicatezza e mi dice cazzo come sei stretta e spinge con più energia comincia a piacermi e lo incito, dai dai spingi infoiato dava dei colpi forti io mugulavo , mi dice ti faccio male?? rido e dico no no anzi sto per venire, lui accelera e io sento la scossa la figa comincia a pulsare e sentivo un calore salire da dentro, inarco il bacino e mi attacco a lui spingendo con forza per sentire meglio il cazzo, vengo urlando e tremando grido godooooo e spingo a più non posso, stavo schizzando dalla figa del liquido tanto, lui dice vengo anche io gli grido esci esci, lui lo tira fuori e mi inonda la pancia le cosce e degli schizzi arrivano sino in faccia, ci accasciamo sul letto esausti, dopo una decina di minuti lo guardo e gli dico adesso puoi dirlo pure agli altri ok. Lui annuisce e dice mario impazzirà e da un po che lo vuole fare.
Dopo 3 giorni era domenica e non andavo a scuola, sento un vociare e mi alzo i miei fratelli erano in sala che discutevano, ascolto e mario diceva che voleva essere il primo luca gli dice che doveva essere l’ultimo o mi faceva male, carlo voleva essere il primo, salgo in camera mi metto le famose micro mutandine nere e li chiamo a gran voce, salgono e mi trovano sul letto solo con le mutandine, mario impazzisce si spoglia subito , aveva un cazzo che sembrava un paletto, si spogliano anche gli altri e si avvicinano, allora luca dice che non sono più vergine che lo avevamo fatto, mario si icazza non ci hai detto nulla stronzo io rido e dico l’ho chiesto io se lo chiedevo a te mi uccidevi, lui ride guarda il paletto duro e dritto e annuisce, mi alzo mi metto in ginocchio davanti a mario e cerco di prendere il paletto in bocca, lo impugno con due mani e lo scappello prendo mezza cappella e la succhio poi la mordicchio, lui dice no cazzo e mi sborra in faccia una cosa inumana di sborra, avevo la faccia piena e colava sul mento mi alzo mi asciugo e passo da carlo pure lui mi lava la faccia luca ride e mi dice continua con gli altri io per ora guardo, mario mi prende in braccio e mi porta sul letto.sentivo il cazzo che puntava sulla schiena avevo un po di paura sto coso era mostruoso, mi posa sul letto e mi apre le gambe si abbassa mi apre la figa con due mani e comincia a leccarla ci dava dentro sentivo la lingua sbattere sul clitoride come un frullatore, ero vicina all’orgasmo e gli dico fermo o vengo subito, smette sale e sputa sul cazzo che scoppiava e io mi bagno la fica non c’èra bisogno perché colavo umori come una fontanella tanto ero eccitata,avvicina il cazzo e spinge fa fatica ad entrare lo impugno con due mani e lo guido sul buco, spinge e la cappella entra con un rumore sordo sento dolore ma non forte lo prendo per le spalle e gli dico dai spingi, da un colpo di reni e il cazzo entra tutto sino alla radice, faccio un gridolino sobbalzo e dico miseria che bestia di cazzo che hai mi stai aprendo in due, comincia a pompare mi sono sognata spesso quel cazzone che cosa avrei sentito con quel coso piantato nella pancia era sublime mi sentivo piena, lo toglieva tutto e lo rimetteva tutto di un colpo ad ogni spinta facevo un sussulto e gridavo ho ho ho ho, ero tanto dilatata che entrava senza fatica scorreva bene, sento la solita scossa che partiva dalla figa e saliva per la schiena e il culo che pulsava, ma stavolta centuplicata date le dimensioni del cazzo dentro di me, lo cingo con le cosce e mi aggrappo al collo di mario, e comincio a delirare e dare colpi di reni vengo gridando di tutto da porco a vengooo piango sussulto e tremo tutta squirtavo come una fontanella avevo lavato mario, poi faccio dei suoni gutturali lo mordo forte sulla spalla e mi accascio come svenuta, luca che guardava da vicino dice cazzo che roba, lui incurante ci dava dentro con dei colpi di reni potenti era instancabile mi stava devastando la figa con quel cazzo enorme. Si gira e mi mette sopra ero impalata sul cazzo, mi saliva e scendeva lui io ero morta, poi si alza e mi scopa in piedi il cazzo entrava tutto e faceva un rumore di sciacquettio tanto ero dilatata e bagnata colavo a fiumi, e continuavo a godere in continuazione ogni tanto stringevo i denti mugulavo un hooooo e godevo, avrò avuto 10/12 orgasmi, mi rimette sul letto mi arpiona le chiappe e spinge da tre colpi e grida un godoooo che tremava il letto esce e sborra gli prendo il cazzo e lo scappellavo lo aiutavo a venire non finiva mai di schizzare spara sulla mia pancia 10/12 schizzi densi mi lava pancia e faccia,uno schizzo raggiunge carlo che si era avvicinato per guardare e ride, poi viene carlo che mi penetra ero inerte fa tutto da solo pompa per un po poi viene anche lui sulla pancia e si alza dicendo non vale eri come morta lo rifaccio dopo, mario ride e dice dopo tocca a luca poi di nuovo a me se greta vuole ovvio. Io rido e dico se volete dopo facciamo in due mi piacerebbe provare, si guardano e ridono tutti…abbiamo creato un mostro dice luca.

Questo racconto è stato letto 83 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!