"Ho fatto danno, chiamami appena puoi"




Mercoledì 18 febbraio 2015 ore 16,14

.Anna è nel nostro letto. Lui è sopra. Lei lo abbraccia. Poi con il braccio destro cerca qualcosa al fianco. Lui continua a pomparla da sopra. Nella mano di Anna compare un telefonino. Unisce anche la mano sinistra alla destra ed armeggia con il telefono. Poi lo abbandona sul fianco e continua a godere!

Sono in cantiere e sto controllando una apparecchiatura. Al mio fianco un collega. Sono all’esterno e i rumori delle auto coprono i beep dei cellulari. Mi pare comunque di aver sentito squillare il mio.
E’ vero. Un messaggio. Probabilmente un recall di un mio aiutante che prima non era raggiungibile! Sono impegnato, sto parlando al collega e contemporaneamente leggo il mess.
E’ di Anna. E’ di un paio di minuti prima. Dice : “ ho fatto danno. Chiamami appena puoi”.
Ho un piccolo soprassalto. Poi ci penso e mi dico che non deve essere niente di grave. In caso contrario non avrebbe inviato mess, ma mi avrebbe chiamato. E’ già successo che non riuscisse in qualche piccola incombenza e drammatizzasse il tutto.
Finisco di parlare al collega e gli dico :-Aspetta un attimo che faccio una telefonata veloce!-
Lui acconsente con un cenno e continua a dedicarsi al macchinario.
Ho fretta quindi conto di liquidare velocemente la telefonata.
Tre squilli….beep….beep……beep.

Anna sente lo squillo. Il porco è sempre sopra di lei. Lei sta raggiungendo l’ennesimo orgasmo. Le sue mani stringono la testiera del letto. Con la destra impugna il telefono. Accetta la chiamata, gira il viso verso il telefono che ora è a pochi centimetri e…..

Sono basito! Sento delle urla!! Siiiiii…….siiiiiiii…..siiiiiii…talmente forti che il tempo di realizzarle ed ho il timore che il collega le senta.
Sta scopando! E sta godendo da impazzire! Ma come ? Ma come? Mi dico. Si è già fatta montare varie volte senza di me ma ero sempre io l’organizzatore. Poi un ricordo! Di qualche settimana precedente. Una sua promessa: prima o poi ti farò una sorpresa ! Mi disse!! Ed ora ecco la sorpresa. Ma con chi? E dove?

Il porco ha capito. Ha un ghigno di soddisfazione e, se possibile, spinge ancora più a fondo il suo cazzo. Le alza le gambe a 90 gradi e lei urla….urla !!!

Ho spento ma devo assentarmi. Devo farlo velocemente e richiamarla. Ma sto cazzo di collega vuole attenzioni e mi fa perdere dei minuti preziosi. Fortuna che è un po’stordito e non capisce che rispondo a caso. Ci riesco. Trovo una scusa e mi allontano. Mi apparto in un posto tranquillo e richiamo……

Nel frattempo lui l’ha messa alla pecorina e le ha scopato la figa. Ora vuole il culo ma la vuole inculare da distesa ed è in quell’istante che suona il telefono.

Faccio la chiamata. C’è contatto ma si sentono solo dei sospiri. Cerco di immaginare cosa stiano facendo. Poi un urlo di Anna . Più forte del consueto. Lo conosco.
E’ quando glielo mettono in culo!!!
E la conferma. La voce di lui. Non la riconosco. Non poteri comunque riconoscerla deformata com’è dalla libidine .
-Dove ce l’hai lurida puttana? Ehh?! Dove ce l’hai ??.-
E lei senza titubanze : -In culo!! Ce l’ho in culo!!.-

Il porco la pompa da sopra. Lei ha il viso schiacciato sul cuscino. Le mani che cercano un appiglio da stringere e gode e parla , parla e gode…..

Io la sento che dice quanto mi piace in culo….cazzo quanto mia piace in culo…….Poi l’urlo del maiale. Sta venendo pure lui. Stavolta nel culo!!!

Poi la sua telefonata come se niente fosse. E’ appena uscito mi dice lei. Quindi da ciò desumo che fosse a casa nostra e non in motel. Le chiedo chi sia. Lei ride e mi rammenta i termini della scommessa. Lo vedrai stasera quando rientri. Mi sono filmata da sola. Mi dice!!!

Sera di mercoledì 18 febbraio.

Ora so chi è! Ho visto il video! Lui non l’ho mai incontrato personalmente ma Anna era già uscita con lui e gli piaceva da impazzire. Ora ha replicato a casa nostra.
Andiamo a letto e scopiamo. Mi dice che ha faticato tantissimo ad organizzare il tutto. Le credo. Non è mai stata una grande organizzatrice. Anzi fino a quel momento non lo aveva mai fatto. Ora sono contenta, mi dice. Sono riuscita a dimostrarti che ci riuscirei senza di te. Era quella la scommessa, vero? Infatti: era quella ! Ora però basta, mi dice. Troppo stress! Ok, dico io . Va bene così.

Martedì 24 febbraio ore 15,26.

Giornata d merda. Tanti problemi quindi tante telefonate con il cell aziendale. Da stamani è la prima volta che riesco a sedermi in ufficio di cantiere. Altra telefonata al cell aziendale. Ma che due coglioni mi dico!! Ancora! E’ Anna. Cosa cazzo vuole mi dico, ci siamo sentiti almeno cinque o sei volte oggi. Come tutti i giorni d’altronde. E poi perché sul cell aziendale?
-Ehilaa Ciccia!- le dico io.
-UUUHHHH…..SIIIIII…..SIIIII …..UUUHH- sento dall’altra parte del telefono.
Come un coglione. Mi ha sorpreso ancora. Stavolta non ha mandato messaggio. Ha chiamato addirittura. In ufficio sono solo a non posso stare qui. Prendo le chiavi che ho solo io di un piccolo magazzino e mi fiondo.

Il porco la mette sul bordo del letto. Lui è in piedi. La stessa posizione che l’aveva messa 3 anni prima. L’unica volta che l’aveva incontrata. In quella circostanza ero presente pure io. Lei viveva ancora con sua madre che in quella circostanza era assente. Tre giorni di assenza e tre porci diversi presi da lei. Nel letto della mammina! Uno ogni sera. Lui fu il terzo. Anna era stata da poco sverginata analmente da dei tori in mia assenza. Subito dopo venne lui. E ora la sta rinculando nella stessa posizione dopo 3 anni. Stavolta a casa nostra e senza di me !

Entro nel magazzino e faccio lo squillo. Lei risponde subito. Oramai capisco subito. Quando lo ha in culo geme diversamente. Urla con un tono più alto. Sembra anche più sofferto ma urla con maggiore intensità! Ora ho tempo. La ascolto.

Il porco la sta inculando alla pecorina. Anna ha il telefono davanti a se. Lui è un fanatico del culo. ed è resistentissimo. Riesce a tenere un ritmo di pompate elevate e per tanto tempo. Il suo handicap è il viso. Non è un granchè. Ma per il resto ha un gran cazzo e lo usa benissimo. Soprattutto in culo!!

Sono già due minuti che la sento urlare nello stesso modo. Chiunque sia che la sta inculando è un vero porco. Un animale.
I minuti arrivano a tre, poi a quattro, infine a cinque. Lei ora urla siiiii……siiiiii……siiiii…..senza ritegno!

Lui pompa….pompa….pompa…..sono oramai vari minuti che la sta inculando. Certo il culo di Anna non è più come quello di tre anni fa. Ora è veramente sfondato! Ma sta arrivando….il meritato orgasmo sta per arrivare…..deve uscire immediatamente. Lei all’inizio era stata chiara. Voglio che mi sborri in bocca! Le disse con un tono che non ammetteva repliche.

Sento un piccolo tranbusto…..intuisco qualcosa…..poi un urlo possente …urlo del porco!! Ho capito ! Sta sborrando in bocca alla troia!

-Te l’ho fatta anche stavolta? Vero?- mi dice la puttana dopo circa mezz’ora.- e non mi chiedere chi era. Ti dico solo che eravamo ancora nel nostro letto. Poi chi sarà lo vedrai stasera con il filmato !!!-

Questo racconto è stato letto 333 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!