Diario by Cressida [Sentimentale]




Diario di Cressida New!

Ho sempre avuto un brutto rapporto con i diari segreti. Da piccola, ne ho collezionati diversi e, per un motivo o per l’altro,  mia madre riusciva a scovarli sempre. Avevo sette anni quando scrissi su una rubrica dalle fantasie floreali: Amo Leonardo Di Caprio. Vorrei fare l’amore con lui.
Immaginatevi il trambusto che ne seguì! La mia progenitrice è una bella donna, ma forse fin troppo legata ad arcaici tabù. Nonostante questo, sin da bambina ho dimostrato un’eccezionale predisposizione al mondo dell’erotismo e della sensualità. E adesso, giunta alla soglia dei ventidue anni, mi sono decisa a scrivere questo diario appuntando in esso non soltanto le eventuali esperienze in materia sessuale (tutte rigorosamente spogliate da qualsiasi venatura di fantasia), ma anche i miei sogni notturni, le mie sensazioni (positive e negative), riflessioni ed eventualmente qualche poesia. Insomma, ci sarà un po’ di tutto, narrato in maniera quanto più possibile semplice e naif. Non è mio obiettivo eccitare i lettori, pertanto se cercate storielle di dubbio gusto che vi tengano compagnia nei momenti di solitudine, e che assolte alle loro funzioni vengano dimenticate, vi invito a lasciar perdere il mio diario. Ne rimarrete certamente delusi. Come già accennato, qui non c’è spazio per la fantasia, nè tantomeno per iperboliche narrazioni di atti sessuali sfocianti nell’assurdo; mi impegno di raccontare la verità, nient’altro che la verità, e nell’eventualità si tratti di un avvenimento onirico, annotarlo a priori. Sono avvezza ad altro tipo di racconti – amo leggere e scrivere romanzi storici e biografie- per cui non ho la pretesa di fingermi mentore e mecenate di virtù in me pressoché inesistenti. Non mi ritengo una bella ragazza, forse a causa del mio naso leggermente “importante”, ma per il resto posso tranquillamente ringraziare Madre Natura di avermi dato alla luce per ciò che sono.  Alta nella media, in carne ma non eccessivamente pingue (porto una terza abbondante di seno e ho un sedere abbastanza pronunciato), occhi castani tendenti al verde e capelli altrettanto scuri, che io definisco non senza un pizzico d’amarezza da “leonessa” poiché vaporosi e indomabili – proprio come i miei ormoni!
Amo vestire con femminilità ed eleganza. Jeans, felpe e scarpe da ginnastica sono banditi dai miei armadi. Prediligo i tacchi alti, gli stivali, i lunghi abiti degni dei migliori anni della casta diva Maria Callas. Ho un debole per gioielli e profumi e un modo tutto mio di vedere la realtà. Mi sono presto resa conto di avere un certo ascendente sugli uomini, e ho subito volto l’occasione a mio favore. Nella mia ancora breve vita, ne ho assaggiati di tutti i colori. Alcuni di essi parevano splendere di luce propria, per poi spegnersi presto in brevi scintille rumorose ma evanescenti; altri invece assumevano le tenui sfumature delle tinte pastello, eppure bastavano a risplendere nel tempo senza mai perdere la loro brillantezza.
Scrivo questo diario principalmente per liberarmi di scottanti segreti altrimenti taciuti, lo condivido affinché i coraggiosi che decidano di avventurarsi nei labiritintici meandri delle mie contorte pulsioni sessuali possano trovare in essi interessanti spunti di riflessione. Il mio soprannome è Cressida, eroina shakesperiana libertina e smaliziata, colta e innocente. Anche agli altri personaggi presenti nelle memorie a seguire verranno attribuiti falsi nomi, nel rispetto della privacy.
Tutto il resto narra di fatti e situazioni realmente accadute, nel bene tanto quanto nel male. Perché si, non sempre le performance sessuali sono appaganti, e ci sono le volte in cui diresti che forse sarebbe stato meglio trascorrere quel quarto d’ora di focosa passione malandata a trastullarti in solitaria sul divano.
Le mie strade si sono incrociate a quelle di tanti uomini. Per una notte o per anni non fa differenza: li ho amati tutti, a modo mio.

Questo racconto è stato letto 163 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!

 

Ricerche Frequenti: