Continuo a non crederci




Qualche giorno ho scritto il mio racconto “Ancora non ci credo”. E continuo a non crederci di aver iniziato una relazione sessuale con il mio cane, un Alano medio bianco con macchie nere.Si chiama Jhonny. Ho visto che la mia storia è stata letta tantissime volte,e ho anche visto che mi è stata fatta una domanda. Niente. Ho fatto la doccia e basta. In un totale stato confusionale per quello che mi era capitato e continua a capitarmi. Naturalmente il cane agisce d’istinto, e quando uscii dalla doccia, mi rivestii lui era a dormire nel suo angolino. Non gliene fregava niente a lui di cosa avevamo fatto. Bello. Desideravo anche io essere un cane a questo punto. Ma sono già una cagna, mi sono detta.Ma la cosa più incredibile deve ancora verificarsi.Rientra la mia mamma e mi chiede come mai il cane dorme e la cagna del nostro vicino abbaia perchè è in calore? non mi dirai che non hai portato fuori jhonny e non lo hai fatto incontrare con Susy la cagnetta di Sara? Sara vorrebbe che Susy partorisse una cucciolata. e poi li vendiamo. Rispondo di non sapere niente di questa storia e di non fregarmene niente di cagnette in calore e uscii.Quando rientrai a casa la mamma si avvicina e mi dice “non sono una stupida sai? devo confessarti una cosa. Io sono zoofila da sempre” “Come scusa?” cosa vuoi dire? non capisco cosa dici mamma. La mamma risponde dicendomi che se jhonny dormiva avvertendo una cagna in calore è perchè sicuramente era già stato soddisfatto in quel senso. “E sicuramente visto che non ci sono altre cagne in giro,e tu sei strana, significa che jhonny ti ha fregata ed è riuscito a scoparti. dico bene?” Vaffanculo. rispondo e torno in camera mia.Dopo qualche minuto sento la mamma urlare di piacere come se stesse facendo l’amore, esco per vedere se forse si sentiva male e invece era lei adesso in salotto a scopare con il cane. Rimasi allibita e senza parole.
jhonny scopava la mamma molto velocemente e lei urlava come avevo urlato io, godeva e pronunciava parolacce molto pesanti. Il cane continuava e continuava, sembravano non finire mai, e quando jhonny la lasciò vidi che sul cazzo del cane c’era una palla che si sgonfiava piano. La mamma si mise delle mutandine strappate che lasciavano aperte soltanto il culo e il cane le saltò addosso e con un colpo solo glielo infilò tutto nel culo e lei lanciò un urlo che sembrava quello di un lupo ferito. La mamma urlando di piacere mi disse “spogliati cagnetta che adesso tocca a te” E senza pensarci mi spogliai nuda e jhonny ebbe come un ritorno di memoria,perchè appena mi vide nuda si staccò dalla mamma e venne a leccarmi come aveva già fatto. “Dai amore. Oramai sei anche tu una zoofila come me.I cani sono meglio degli uomini.” Me ne sono accorta. rispondo. Jhonny non tarda a trovare la mia fica e inizia a scoparmi facendomi urlare prima di dolore misto a piacere e poi di piacere. La mamma guidava il suo cazzo nella mia carne, lo aiutava a posizionarsi meglio.Ho goduto, ma quando ho capito che mi si voleva inculare,me ne sono andata in camera dicendo che ero pienamente soddisfatta.
Io adesso devo valutare alcune cose,perchè ho capito abituandosi al cane l’uomo lo si rifiuta, ma io devo smettere,altrimenti l’aspetto sentimentale con un ragazzo che frequento non verrà mai a realizzarsi.Vedremo.Grazie.

Questo racconto di Alessandra da Verona
è stato letto

3
1
4

volte

Questo racconto è stato letto 8565 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!

 

Ricerche Frequenti: