Compagni di scuola bastardi




Racconto erotico dominazione luanatroi Compagni di scuola bastardi Racconti erotici,
storie porno,
letteratura per adulti,
narrativa a luci rosse,
letteratura erotica di qualità
fantasie sessuali e confessioni completamente gratuite

I miei genitori mi avevano iscritta ad una scuola in prevalenza maschile al quinto ed ultimo anno eravamo rimaste solo 2 ragazze e 20 ragazzi molti avevano cambiato scuola e 2 ragazze furono bocciate nel corso degli anni fatto sta che alquinto anno ci avevanouniti con un altra classe perche eravamo troppo pochi.
Io non andavo molto daccordo con l’altra ragazza che era una grassottella ed era gelosa di me che con il fisico da 19 enne ero magra alta capelli Lunghi gambe abbronate con due belle tette che mettevo sempre in mostra e un ventre piattoe un cculetto d’oro come usavano chiamarmi scherzosamente i ragazzi della scuola, infatti in tutto l’istituto eravamo una decina di ragazze e io ero la più corteggiata anche perché avevo un culetto tondo sodo che valorizzavo con minigonne attillate o con dei leggins e da li mi avevano soprannominato culetto d’oro!
I professori anche mi corteggiavano e mi mettevano buoni voti.
C’era anche un bidello un uomo grosso sui 45 anni che mi lanciava sempre occhiate e sorrisi quando passavo x i corridoi a cui io però non davo confidenza.
Un giorno uscii dalla classe per andare in bagno e mentre ero nel corridoio ecco sbucare il bidello che mi lancia un occhiata.. io ero in minigonna con zeppole alte gambe già abbronzate a maggio e canottiera giallo scollata che risaltava il seno.. i suoi occhi mi scrutano dall’alto verso il basso e mi fa “signorina, sei andata al mare, quest’anno ci sono gli esami!” Io lo guardo perplessa e penso che vorrà dire e continuo in silenzio verso il bagno.
Entro nel bagno e poco dopo sento un rumore, faccio per aprire e la porta sembra incastrata, faccio forza la porta si apre ed ecco che dietro la porta sbucano 5 compagni che ridono.
“Che fate qui nel bagno delle donne? ” gli dico e loro ridendo come scemi “siamo qui x stuprarti ah ah” .
Io li guardo “Forza scemi fate i seri e tornate in classe” ma loro cominciano a toccarmi “culetto d’oro.. mmm facci sentire le tette..mmm dai” io aiutandomi con delle spinte “scemi, bastardi, finitela c’è il bidello qui fuori se vi sente” e in quel momento ecco entrare il bidello. “CHE FATE QUA DENTRO!! FORZA USCITE SUBITO E ANDATE IN CLASSE!” i miei compagni escono subito di corsa e vanno via e io sto per uscire quando il bidello mi prende x un braccio e dice “EHI.. TU ASPETTA DOVE VAI? STAVI FACENDO LA PUTTANELLA CON 5 IN BAGNO! ORA SE NON VUOI CHE TI PORTI DAL PRESIDE E CHIAMIAMO I TUOI GENITORI. .” io spaventata dalla situazione e pensando che nessuno avrebbe capito la situazione gli dico “No.. la prego non dica nulla.. la prego no .. ho gli esami quest’anno.” Lui tenendomi il braccio “Hai paura eh Troietta.. vieni qui se non vuoi far sapere nulla ora mi devi far godere!” Mi porta in un bagno e chiude la porta, poi mi spinge in basso e tira fuori il cazzo. “SUCCHIA PUTTANA! NESSUNO SAPRÀ NIENTE.. DAI FORZA” mi spinge la testa e me lo ficca in gola e io sbocchino fino a quando schizza la sborra.. lui mi chiude il naso con due dita e mi tiene la testa contro il suo cazzo “ingoia tutto!”

Questo racconto di luanatroi
è stato letto

2
6
0
8

volte


Segnala abuso in questo racconto erotico

Ultimo racconto erotico inserito


segnalibro

Racconto erotico casuale

Per portare alla vostra attenzione racconti erotici che altrimenti non andreste a cercare, perché spesso il caso è molto più eccitante del semplice trovare.

A lei piace guardare
genere: voyeur


segnalibro

Copyright © 2009-2015 Erotici Racconti – Tutti i diritti riservati

cookies policy

Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l’utilizzo.

Questo racconto è stato letto 9801 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!

 

Ricerche Frequenti: