Ciò che conta per me è solo il tuo volere…. by Leni Soldano [Vietato ai minori]




Condivido una foto su fb, scattata da Ileana Sikora, una fotografa conosciuta da poco.
Ritrae il volto di una donna che guarda in basso, foto minimal, anche se ritoccata molto bella, intensa, misteriosa.

La noti sulla mia pagina e le chiedi l’amicizia e scopri che è un selfie, quella donna, così semplicemente attraente, è lei.

Quegli occhi bassi…ti è piaciuta subito…ed anche a me…

Passano i giorni e la contatti e vi scrivete, di Milano anche lei, ovviamente un fake, ma un fake che ti turba realmente….ed ogni tanto, durante il giorno, ti ritrovi a pensarla…

Che tra voi ci sia un’intesa l’avete capito subito ma lei è titubante all’inizio anche se molto attratta da te….dai tuoi modi sicuri, quasi impositivi…a poco a poco i messaggi diventano più Intimi ed audaci…lei aspetta li aspetta e tu lo sai ed a volte non ti fai sentire per due giorni per farle aumentare la mancanza, per aumentare la tensione dell’attesa e lei ti ha ormai in testa e ad ogni messaggio spera sia tu, finché…

Decidete di vedervi, la inviti a prendere qualcosa da bere e poi la inviti a cena a casa tua, lei dice sì…

Quando entra in casa tua il tuo atteggiamento si indurisce un po’….le togli la giacca….la guardi…sei davanti a lei in silenzio….lei è imbarazzata ed un po’ eccitata da questa strana atmosfera…gonna corta di pelle, calze a rete, décolleté nere lucide, capelli raccolti, rossetto rosso scuro, era perfetta….le avevi parlato casualmente, ma di fatto apposta, di come ti piace si vesta una donna e lei….ha esegiito…era meravigliosa….un’aria pura sotto tutti quegli accessori

Suona il campanello, alla porta ci sono io, puntuale, mi piace non deluderti….

Mi guardi e so già cosa fare….mi spoglio…ho un bustino con il reggicalze ed i tacchi a spillo e niente slip….la mia figa depilata ed il mio culo sono a tua disposizione….tu vuoi che sia così…

“Inginocchiati” mi imponi.
Io mi abbasso davanti a te…con lo sguardo scorro il tuo corpo man mano che scendo….e mi attrae tutto quello che vedo….
Mi guardi dall’alto, so che mi umilierai, l’hai fatto molte volte e ti eccita farlo….ed anche a me….ti lascio fare….ti lascio decidere per me…

Ti avvicini a lei che ha uno sguardo stupito per la mia presenza ma non è riuscita a dire no….intrigata dalla situazione e dalla voglia del tuo gioco….

“Adesso ti dirò cosa devi fare”
Lei ti guarda finché riesce a reggere il tuo sguardo imperativo e poi abbassa la testa
“Appoggiati al tavolo con le mani e piegati leggermente in avanti”
Esegue, con un imbarazzo mai provato prima…nessuno l’ha mai trattata così…nessuno l’ha mai eccitata in quel modo… solo parlandole…

Le alzi la gonna…le prendi gli slip e glieli abbassi subito sotto il sedere…

Le guardi il culo, lo palpi con la mano piena, grande quanto basta, carnoso da scatenare frenesia….ma riesci a controllarti….mentre il tuo cazzo si indurisce….

Mi guardi e ti avvicini a me con la frusta in mano….ho la bocca all’altezza del tuo membro duro….mi ci struscio sopra con le labbra…lo desidero in bocca….ma sento il primo colpo sulle mie natiche…troppo forte da sopportare e grido….ti piace….mi colpisci ancora….ed ancora…mentre scodinzolo per evitare i colpi….dopo avermi guardato negli occhi, perentorio e soddisfatto, torni da lei…

Lei così virginale….ed è proprio quello che ti attrae….le passi la cinta nel solco delle natiche…una carezza lieve….sulla sua pelle vedi i brividi…le accarezzi le piccole labbra carnose e la senti già umida….ti piace….nonostante la situazione la impaurisca un po’ lei la desidera e si sta eccitando…

“non ti ho detto che potevi eccitarti”
“ma non l”ho fatto volutamente, non so nemmeno io cosa mi succeda e perché io sia ancora qui”

Così smarrita era bellissima, vedevo sul tuo volto che ti stava prendendo, quell’insieme di castità e malizia ti seduceva….e volevi ribellarti a questa sensazione….allora a piene mani prendi a sculacciarla mentre lei comincia a gridare e ad implorarti di smettere… e tu giù giù ancora e ancora….finché il suo culetto non diventa rosso fuoco….lei era sempre più piegata dall’ umiliaziione per la punizione che sta subendo….mi eccitava vederla così…avrei voluto toccarmi ma non avevo il tuo permesso…

Passi di nuovo la tua mano sul suo sesso e la trovi ancora più bagnata….hai trovato la tua piccola schiava perfetta….ed il tuo cazzo sta scoppiando di voglia e vuoi prenderti quel magnifico buchetto….farle sentire il dolore di essere posseduta dal padrone della sua mente, ormai….tiri fuori il cazzo e lo avvicini al suo ano…lei si ritrae….ha paura….la tieni ferma per il collo….le dici che sai che lo vuole anche lei e che dopo sarà sua per sempre….intanto il cazzo duro preme sul buco….le tue parole la ipnotizzano…lei ti vuole….vuole sentirsi tua ma preferirebbe che tu la penetrassi davanti, almeno la prima volta…

“ti senti troppo puttana ad essere inculata al primo appuntamento?”…”si”….”ma tu sei la mia schiava e la mia puttana, se io desidero che tu lo sia”….”ahaahh ti prego fermati!!!”….”shhhh….senti come sei bagnata….tra poco mi pregherai di farti sfondare”….”non voglio!”….”si che vuoi….sei bagnatissima….senti come entra tutto…ecco…”

Lei si dimenava sotto i tuoi colpi…urlava dal dolore e cominciava a gemere….cominciava a piacerle…essere sodomizzata così…posseduta in quel modo….la sua mente che diceva no ed il suo culo che si apriva per prendersi tutto il tuo cazzo….ben presto si lasciò inculare selvaggiamente da te….impazziva di un piacere mai provato….ed io cominciai a toccarmi….ero piena di voglia a guardarvi….adesso si che ti implorava di sfondarle il culo e tu lo facevi portandole via la purezza, l’imbarazzo e riempiendola tutta con i poderosi colpi del tuo cazzo…

Finché non stai per venire ed allora estrai il tuo sesso duro e la fai girare perché l’ultimo atto della sua sottomissione a te prevede che lei beva il tuo seme che le generera’ dentro il bisogno continuo di te….dei tuoi modi da Padrone….dei tuoi ordini….del tuo volere….

Quando godi le fai bere tutto….e lei lo fa perché servirti è ciò che vuole…l’ha capito quando le sfondavi il culo con i tuoi colpi….

Dopo essere venuto la lasci li, ti avvicini alla mia bocca con il cazzo e me lo fai pulire con la lingua…lo faccio…te lo lecco per bene….e ti ringrazio….avrei voluto bere io il tuo seme ma volevi umiliarmi….e ci sei riuscito…ti desidero da impazzire ma so che non posso…

Ti chiedo il permesso di alzarmi, vestirmi, andare….mi dici di si….”ricordati che mi appartieni, qualunque cosa accada tu sei mia proprietà per sempre”…”lo so…”

Vi lascio li ed esco.

Mi chiudo bene il cappotto, fuori è ancora freddo.

Questo racconto è stato letto 179 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!