barbara by iltromba2 [Vietato ai minori]




barbara di iltromba2 New!

Ciao a tutti,
grande anno si prospetta…..sono riuscito a coronare il mio sogno più’ segreto e irraggiungibile che mai avrei creduto possibile.
incontro in giro la mia amica Barbara, il mio sogno più’ porco e più’ difficile da realizzare, me la ero scopata un po’ quando eravamo ragazzi, ricordo tanti bei pompino e rare sborsate sulla faccia, talvolta ingoiava, era un po’ strana, pensate che una volta le scappava e si mise a pisciare tra due macchine posteggiate, dopodiché’ mi chiese di leccargliela per bene, che mi avrebbe ricompensato e quindi iniziai senza esitazione a leccare. la sua patatina sapeva un po’ di piscia ma era deliziosa, un bocciolo asprigno a cui mi dedicai con perizia.finito mi fece uno dei migliori pompino della storia, posteggiato nel parcheggio dell’autostrada con ingoio che mi risucchio’ la sborra di una settimana.
comunque la incontro, e’ con una sua amica, e le invito per uno spritz.
si beve, l’allegria sale e nel bar entra il mio amico eugenio, che si aggrega, stiamo un po’ li’, la sua amica ci lascia e ne approfittiamo per farci un ultimo giro.
usciti dal bar si e’ alzata un’aria gelida, e allora ci offriamo di accompagnarla a casa, lei sorride e sale dietro, guardo nello specchietto e lei sorridendo allarga un filo le gambe e mi mostra i suoi slip, eugenio e’ ignaro di tutto ma gli faccio segno e capisce subito.
accosto un momento con la scusa che mi scappa la pipi’, nel frattempo e’ venuto buio, e qui colpo di scena scende pure lei dicendo che le scappa anche a lei, quindi gira intorno alla macchina e ci dice di restare li e non guardare,inutile la tentazione e’ troppo forte, mi avvicino, sta finendo e mi chiede che cosa voglio….io le dico che vorrei rinverdire i vecchi tempi e leccargliela fino a pulirla per bene, a lei andrebbe anche ma c’e’ eugenio, quindi ci ricomponiamo e si risale in auto per tornare.
risaliti barbara chiede a eugenio se abbia mai leccato una fighetta un po’ sporca di piscia, e lui che e’ un maiale,che afra’ pure leccato dei buchi di culo di vecchie bagasce, si finge un novellino, lei a questo punto allarga le gambe e lo invita sul sedile dietro, dicendo a me di continuare a guidare.
ce la faccio per un paio di chilometri, e raggiunta una piccola stradina laterale la imbocco e percorro una cinquantina di metri.
scendo e apro la portiera dietro, la visione e’ spettacolare, lei sta accucciata a gambe larghe e lui succhia le piccole labbra facendola godere, mi avvicino e le metto la mano su dentro la maglietta arrivando fino alle piccole tettine che trovo dure come il ferro.
lei non si scompone e dice che e’ arrivato il momento di farselo ficcare, non mi faccio pregare, mi abbasso i jeans e tiro fuori il cazzo già’ bello duro, la prendo la sposto e la metto in piedi appena fuori dalla portiera, mi sputo sul cazzo e glielo ficco su tutto in un colpo, come so che piace a lei, le e’ sempre piaciuto il colpo secco, comunque la trovo bagnata e quindi fila tutto liscio.
eugenio si mette davanti e inizia a farselo succhiare, ma sborra abbastanza in fretta, io ci metto un po’ di più’ ma vi giuro che le riempio la figa di una quantità’ di sperma veramente copiosa. si pulisce la figa che cola con le stesse mutandine, la lasciamo all’inizio della sua via e lei mi mette la lingua in bocca attraverso il finestrino e mi mette in mano le mutandine.
la ringrazio e le dico che le dedicherò’ una bella sega annusando le sue mutandine, in attesa di replicare

Questo racconto è stato letto 176 volte!

 

Clicca qui per guardare centinaia di video porno !!!